Amiral Gestion sbarca in Italia

A
A
A

La casa di gestione transalpina annuncia il piano di sviluppo nel nostro Paese

Chiara Merico di Chiara Merico10 agosto 2018 | 12:38

Approccio contrarian, filosofia di investimento value e ricerca delle inefficienze di mercato: sono questi i punti di forza della boutique Amiral Gestion, fondata a Parigi nel 2003, che a inizio luglio ha fatto il suo debutto in Italia annunciando un solido piano di sviluppo nel nostro Paese, pur senza porsi obiettivi di raccolta. La casa di gestione indipendente, il cui capitale societario è per il 100% in mano ai dipendenti, conta ora 4,2 miliardi di euro in aum e 45 dipendenti di cui 25 tra gestori e analisti, e dispone di una gamma di sei fondi della famiglia Sextant (quattro azionari, un obbligazionario e un multi asset), già distribuiti in Francia e Spagna e per i quali è in corso la fase di registrazione in Italia.

Stile peculiare
Lo stile d’investimento di Amiral presenta diverse particolarità: prima tra tutte un approccio value investing, che consente di analizzare in maniera approfondita le singole società, calcolandone il valore intrinseco tramite l’attenta 76 | gestoridelmese agosto 2018 n bluerating La casa di gestione transalpina annuncia il piano di sviluppo nel nostro Paese Amiral Gestion sbarca in Italia analisi del team di gestione, e di investire solo in limitate occasioni. Le valutazioni delle società si basano su previsioni prudenti e sulla ricerca di un ampio margine tra valore intrinseco e prezzo di mercato, indipendentemente da oscillazioni del mercato, trend macroeconomici e mode. Un approccio decisamente attivo: l’analisi si concentra infatti sulle società che vengono studiate e modellizzate direttamente dai gestori di Amiral Gestion, idee contrarian che, tramite un approccio di lungo termine, sono in grado di offrire un vantaggio competitivo agli investitori. Tutti i fondi sono multitematici, non concentrati su un singolo settore o su un’area geografica, e vengono gestiti da un team d’investimento con il modello dei sub-portafogli, che permette al gestore principale di confrontarsi con i pareri di diversi colleghi, pur restando libero di prendere decisioni in totale autonomia.

Obiettivo Alpha
“Questa strategia, unita alla nostra struttura di partnership e a un team di investimento molto ampio, ci ha garantito la flessibilità necessaria per affrontare lo scenario che ha caratterizzato i mercati finanziari in questi ultimi anni. Siamo felici di poter mettere a disposizione la nostra expertise agli investitori italiani”, ha spiegato Francisco Rodríguez D’Achille, head of institutional business development di Amiral Gestion. “Il nostro obiettivo primario è quello di generare alpha costante nel lungo termine. Il nostro track record è straordinario e desideriamo dimostrare di essere in grado di proseguire in questa direzione, continuando a offrire questi risultati anche in futuro”. François Badelon (nella foto), presidente e fondatore della società, da alcuni anni ha scelto di trasferirsi a Singapore per cogliere le opportunità presenti sui mercati asiatici: “Ho fondato Amiral Gestion nel 2003 e da allora abbiamo sempre cercato di collaborare con i migliori professionisti del settore. È una sfida che non finisce mai e lavoriamo ogni giorno con un team di comprovata esperienza per offrire un importante valore aggiunto ai clienti e raggiungere ottimi risultati”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gestori in vetrina – Franklin Templeton

Credem ha il cuore verde

Consulenti finanziari: la ricerca della felicità

Dossier reclutamento: Fideuram

Oggi su BLUERATING NEWS: vigilanza Mifid 2, Pir mezzi morti

Fondi, non ci sono più i gestori di una volta

Gestori in vetrina – Allianz GI

Euromobiliare: il private sedotto dall’arte della sabbia

Consulenti: anticorpi del mercato contro il catenaccio

Dossier reclutamento: Consultinvest

Oggi su BLUERATING NEWS: bot e risposte, Fineco scivola

Borse, BlackRock aspetta il rally

Consulente: tre grafici che ti faranno preoccupare

Mediolanum, consulenza caput mundi

Bankitalia: è SOS sul debito pubblico

Il grande sacrificio del consulente

BFC protagonista all’Investor day di Integrae sim

I nuovi Pir perdono il treno del dl Crescita

Consultinvest: Anselmi al timone dell’asset management

BFC, per gli analisti è da comprare

Banca Mediolanum: l’uomo di frontiera che cavalca l’innovability

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Gestori in vetrina – Etica sgr

Mediolanum: convention a maggio e spinta sul private

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Fidelity International, nuova nomina ai piani alti

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Fineco non è mai sazia di raccolta

Al via la formazione Ascofind per i consulenti indipendenti

Sostenibilità, ovvero come ridurre il rischio d’investimento

Oggi su BLUERATING NEWS: recruiting Widiba, i campioni del gestito

Cofip, ecco il congresso nazionale consulenza finanziaria professionale

Ti può anche interessare

Pramerica: una guida per non perdersi tra i capricci dei mercati

Lo scorso 12 febbraio si è svolto presso il Westin Palace Hotel di Milano, un incontro con la stam ...

Bnp Paribas AM, un premio alla sostenibilità

Bnp Paribas AM ha ricevuto il premio internazionale quale “Società di gestione dell’anno ESG” ...

Asset management, guerra dei prezzi tra i gestori

Il Financial Times dedica una rassegna alla corsa al ribasso delle fee dopo che Fidelity ha lanciato ...