Investimenti, ecco perché i prodotti equity-linked stanno cambiando le abitudini d’investimento

A
A
A
Avatar di Redazione 11 Dicembre 2020 | 14:45

Di seguito un commento sui mercati a cura Antonio De Negri, Founder e CEO di Cirdan Capital.

Mentre la crisi dettata dal COVID 19 ha messo in ginocchio molti settori dell’economia reale, stimiamo che siano mutate molte abitudini, tra cui anche quelle d’investimento. Infatti, nel 2020 sono stati raggiunti mille miliardi dollari americani di emissioni di capitale, superando i 944 miliardi nel 2007, il numero più alto di sempre.

Se da un lato abbiamo assistito all’urgente raccolta di capitali da parte di aziende principalmente appartenenti ai settori delle crociere, aerolinee, viaggi e tempo libero (sostanzialmente per finanziare le proprie attività data la mancanza di liquidità), dall’altra abbiamo assistito alla crescita del settore dell’emissione di capitali in forma di IPO (Initial Public Offering), ovvero lo strumento attraverso il quale una società ottiene la diffusione dei titoli tra il pubblico, grazie alla quotazione dei propri titoli su un mercato regolamentato. Infatti, in USA, abbiamo assistito ad un mercato dinamico, in cui il volume degli IPO nel 2020 è stato pari a 135 miliardi, la cui metà è composta da IPO su SPAC. La Special Purpose Acquisition Company (SPAC) è un veicolo societario costituito al fine di raccogliere capitale tramite IPO per effettuare operazioni di fusione o acquisizione di aziende.

Invece, in Europa la storia è ben diversa, si è recentemente sviluppato appetito da parte del mercato per gli Equity-Linked Products, che hanno registrato 35 miliardi di volume emesso, contro 28 miliardi degli IPO. Infatti, in un periodo così complesso, in cui molte aziende europee hanno scarsa liquidità e gli investitori sono in cerca di investimenti con rendimenti sicuri che possano generare cash-flow stabili nel tempo, sosteniamo che gli Equity-Linked Products, non solo siano uno strumento adatto al particolare periodo storico in cui stiamo vivendo, ma anche un prodotto che cambierà le abitudini di investimento nel mondo degli investimenti alternativi, avendo stimato un +8% di crescita per i prodotti Equity-Linked per il 2021.

Gli Equity-Linked Products sono prodotti strutturati con la veste di uno strumento di debito. Il meccanismo di tali prodotti è semplice: a fronte di un versamento di capitale, la società che sceglie di emettere gli Equity-Linked Products si impegna a pagare delle cedole (per esempio: 7% per annum) ai propri investitori, come un bond. A scadenza del prodotto (solitamente dai 3 ai 5 anni), l’investitore riceve sia il 100% del capitale inizialmente investito, sia le cedole.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Equity crowdfunding, ecco la ricerca targata Cfa Society Italy

Fondi di investimento, nuovo comparto a tutto fintech per Ubp

Neuberger Berman, nuovi ingressi nel team di gestione

NEWSLETTER
Iscriviti
X