Oddo BHF AM, 10 anni di successi al servizio dei clienti

A
A
A
di Redazione 15 Settembre 2021 | 09:54

Qui di seguito un’intervista esclusiva di Bluerating con Nicolas Chaput, Global CEO di ODDO BHF AM. All’interno della stessa una valutazione sulla proposta commerciale, sugli obiettivi conquistati dalla società e su quelli per il futuro. Buona lettura.

ODDO BHF AM è presente in Italia da circa 10 anni. Come giudica l’andamento di questi anni e come è cambiato secondo lei il mondo del risparmio gestito in questo periodo?

Gli ultimi 10 sono stati anni di grande evoluzione sia per l’industria del risparmio gestito che per ODDO BHF. La domanda da parte dei clienti istituzionali e retail si è evoluta con una maggiore attenzione allo stile di gestione attiva reale, una maggiore pressione sulle commissioni e un capitale sempre più allocato in strategie high alpha. Questo a sua volta ha spinto l’industria dell’asset management a reagire: abbiamo visto una pressione sulla riduzione dei costi e sul consolidamento, due tendenze che continueranno. Per quanto riguarda i prodotti, abbiamo assistito al forte avanzamento dell’investimento passivo, ma allo stesso tempo alla forte rinascita delle strategie attive, all’esplosione dell’investimento tematico e al crescente interesse per gli asset reali.

Vediamo anche l’investimento ESG andare di bene in meglio. Afflussi record nel corso del 2020 e fondi riposizionati hanno contribuito alla crescita degli asset sostenibili, a livello globale. Inoltre, identifichiamo diversi megatrend con alti tassi di crescita che riteniamo continueranno ad esistere, come la digitalizzazione, la transizione ecologica o le nuove tendenze dei consumatori.

In qualità di principale gestore patrimoniale europeo indipendente che gestisce oltre 61 miliardi di euro di attivi al 30 giugno 2021, il nostro ruolo è quello di offrire soluzioni di investimento innovative e performanti in modo molto flessibile e reattivo. Il gruppo ODDO BHF si è mosso molto velocemente con molte acquisizioni recenti (Meriten e BHF Bank in Germania, Private Equity, Landolt & Cie in Svizzera) e ha proposto nuove competenze di investimento (tematiche azionarie, multi-asset, high yield, private asset…). ODDO BHF AM lavora ora in team globali che sono più robusti, in grado di adattarsi meglio ai cambiamenti e di creare più sinergie. Allo stesso tempo, abbiamo fatto la scelta di costruire team locali di vendita con una forte presenza locale in mercati chiave come l’Italia, dove la nostra ambizione è quella di diventare un attore chiave nel mercato italiano fornendo un’offerta che ci contraddistingua.

In Italia, quello scorso è stato un decennio di crescita costante per ODDO BHF AM,  con quasi 2 miliardi di euro di asset in gestione. Sul fronte della distribuzione, abbiamo costantemente incrementato la qualità e la quantità delle nostre partnership retail, ad oggi i nostri fondi sono distribuiti sulle prime 3 reti retail oltre che da diverse altre. Parallelamente abbiamo anche aumentato la nostra attenzione verso il mondo istituzionale, che rappresenta oltre il 60% dei nostri clienti in Europa. La costante crescita del business si è mossa in parallelo con la crescita del team con 6 dipendenti senior e stiamo pianificando future implementanzioni nei prossimi mesi.

Quali sono secondo voi i vostri punti forti e distintivi nel settore della gestione patrimoniale?

Ci definiamo come gestori di investimenti fondamentali attivi e a lungo termine, con l’innovazione nel nostro DNA. I nostri team d’investimento sono esperti con lunghi track record, processi d’investimento coerenti e capacità di navigare in tutti i cicli di mercato, in azioni di piccola e media capitalizzazione, credito o soluzioni multi-asset.

Per ODDO BHF Asset Management è inoltre fondamentale posizionarsi in modo tale da poter contribuire a plasmare le tendenze decisive per l’intero settore. Individuiamo quattro importanti sviluppi che attualmente caratterizzano il mercato dei fondi retail. Gli investitori preferiscono strategie globali rispetto a quelle regionali. Gli investimenti tematici sono molto richiesti. Vediamo una tendenza molto solida verso l’ESG, che è già diventato mainstream per gli investitori istituzionali, e infine notiamo una tendenza alla “democratizzazione” del private equity. A questo reagiamo con innovazione e concentrazione. Negli ultimi anni, abbiamo continuato a innovare costruendo nuove soluzioni per i nostri clienti, come l’uso dell’intelligenza artificiale nei processi di investimento.

Infine, come firmatari dell’UN-PRI, crediamo che la finanza sostenibile possa ottenere performance a lungo termine. ODDO BHF AM ha lanciato una serie di fondi sostenibili fin dal 2012, coprendo un’ampia gamma di strategie che pongono i criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) al centro del loro processo di investimento. Oggi il 52% dei nostri fondi comuni integra l’ESG nel proprio processo di investimento.

Quali soluzioni d’investimento cercano attualmente i vostri clienti?

Dopo questo anno pandemico,  abbiamo rilevato un cambiamento nella domanda di fondi da parte degli investitori professionali e dei consulenti finanziari. Sono più che mai alla ricerca di soluzioni d’investimento che non siano legate ai cicli di business tradizionali. Risultano inoltre molto aperti alle innovazioni di prodotto ma, soprattutto, per loro gli investimenti devono avere un senso.

Per rispondere a questa domanda, abbiamo lanciato fondi tematici globali che utilizzano algoritmi di AI. Con i fondi tematici offriamo quindi l’opportunità di investire in tendenze di crescita a lungo termine.  Abbiamo recentemente lanciato una strategia Green Planet investita nella transizione ecologica tematica. Abbiamo anche sviluppato soluzioni di Private Equity incentrate su Secondaries di medie dimensioni e/o sulla transizione ecologica.

ODDO BHF AM offre anche una soluzione ESG multi asset con la gamma di fondi ODDO BHF Polaris. Con un primo fondo lanciato nel 2005, i 4 fondi Polaris hanno attualmente 3,8 miliardi di euro di patrimonio in gestione.

La nostra riconosciuta competenza nel segmento di mercato Small and Mid Cap con EUR 9,5 miliardi di asset in gestione e 25 anni di track record o nel segmento del credito fornisce elementi costitutivi per i portafogli. Queste sono preziose aggiunte a qualsiasi partner di distribuzione ad architettura aperta attraverso partnership di vendita con banche di risparmio e cooperative, gestori patrimoniali, fondi di fondi, banche private, reti IFA.

Tutto questo ci ha aiutato in un ambiente di mercato difficile, dove abbiamo ottenuto una raccolta netta in alcune delle nostre capacità principali come multi asset, small/mid cap Equities, azioni tematiche e Private Assets.

Pensando alla seconda metà del 2021, avete in programma qualche iniziativa/proposta commerciale? Come sarà organizzata la vostra presenza a Il Salone del Risparmio 2021?

Recentemente in Italia è stata potenziata l’organizzazione commerciale per rafforzare l’impronta locale del nostro rapporto con i clienti. È vero che il contesto recente ha accelerato la necessità di una comunicazione digitale che è fondamentale per raggiungere regolarmente gli investitori, anche se siamo molto contenti che gli incontri faccia a faccia stiano tornando.

Per noi è importante partecipare a Forum in loco come il Salone del Risparmio, l’evento annuale più importante per l’industria italiana del risparmio gestito. Infatti, il nostro team italiano composto da Bertrand LEVAVASSEUR (Country Head Italy and International markets), Giorgio SAVATTERI (Head of Retail), Alessandro MALINVERNO (Head of Private Banks distribution Italy, Ticino & Ireland), Dario SARI (Head of Wholesale), Fabrizio DOLFI (Country coordinator, Head of Institutional Sales & Private Assets) e Umberto BOSIA (Sales Support & Client Relationship) sarà pronto ad accogliere i visitatori per mostrare la nostra offerta di prodotti. Quest’anno abbiamo deciso di mettere in evidenza alcune soluzioni di investimento innovative dal profilo ESG (classificazione art.8 SFDR) e in cui la nostra esperienza di investimento è rinomata e riconosciuta dal mercato (ad esemempio  multi-asset, azioni SMID Cap, azioni tematiche globali, credito flessibile) come ODDO BHF Active Small Cap, ODDO BHF Avenir Range, ODDO BHF Artificial Intelligence, ODDO BHF Sustainable Credit Opportunities e ODDO BHF Polaris range.

Inoltre, stiamo pianificando diversi eventi di persona nei prossimi mesi. Ad esempio, stiamo organizzando un incontro di strategia di investimento per presentare la nostra asset allocation e un roadshow in tutta Italia con i nostri portfolio manager per far sentire i nostri clienti vicini a noi, soprattutto in questo particolare momento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: all’orizzonte un nuovo scenario “Goldilocks”

Top 10 Bluerating: Dws leader nelle telecomunicazioni

Truffe: un finto consulente tra Leonardo e criptovalute

NEWSLETTER
Iscriviti
X