Etf, in leva su Piazza Affari

A
A
A
di Cosimo Baccaro 28 Novembre 2008 | 15:45
Ottima giornata per tutti gli Etf grazie alle performance positive della maggior parte degli indici borsistici europei e asiatici, spinti in su dai risultati dei titoli bancari, energetici e automobilistici. Chiuso il mercato americano, le principali piazze finanziarie dell’Europa hanno concluso la seduta tutte col segno positivo e a beneficiarne sono stati tutti gli Etf tranne quelli che vanno ‘corti’ sugli indici.

Sebbene l’S&P/MIB ieri abbia chiuso con solo un + 1,26%, al di sotto di altre piazze finanziarie europee quali Parigi e Francoforte che hanno superato il 2%, gli Etf che puntano sull’indice milanese hanno fatto il buono e il cattivo tempo nella seduta dello scorso 27 novembre. Infatti la migliore performance è stata quella dello Sgam ETF Leverage S&P/MIB (+ 8,71%). Questo Etf punta pesantemente sulla leva finanziaria e grazie alle buone performance dell’indice italiano è riuscito a spuntare questa ottima performance e ad essere il migliore della giornata.

Specularmente il peggiore è sempre un Etf che punta sullo stesso indice, ma naturalmente in questo caso è un prodotto che va short sull’indice. L’Etf in questione è lo Sgam ETF XBear S&P/MIB, che ha ceduto il – 17,25%.

Grazie all’alta volatilità dei mercati emergenti, performance positive per il Lyxor ETF Msci Korea (+ 7,71%) e il Lyxor ETF Brazil (+ 5,92%). Nella stessa giornata le buone chiusure per i titoli bancari, per quelli automobilistici e per gli energetici fanno si che il Lyxor ETF DJ Stoxx 600 Autom.&Parts guadagni il + 7,4%, mentre i due Etf di DB X-Trackers sul DJ Stoxx 600 corti sul settore energetico e su quello bancario hanno fatto registrare delle perdite (DB X-T. DJ Stoxx 600 Oil & Gas Short, – 3,54%; DB X-T. DJ Stoxx 600 Banks Short, – 4,17%).

Dal lato delle commodities, fra gli Exchange Traded Commodities (ETC) positivi tutti gli Etc che investono negli energetici e quelli che investono sui prodotti agricoli, fra tutti spicca un + 5,94% dell’ Etc sul gas naturale e un + 4,71% di quello sul cotone. Negativi invece tutti i metalli industriali, che scontano gli outlook negativi di alcuni report usciti nei giorni scorsi che prevedono un aumento delle scorte di questi metalli per il prossimo anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Commodity: ecco il portafoglio in Etc con un rialzo di oltre il 60%

Mercati, petrolio: a quota 100 l’obiettivo finale del rally in atto

Materie prime: ecco il portafoglio in Etc con un rialzo del 66%

NEWSLETTER
Iscriviti
X