AutoScout24: a marzo l’indice dei prezzi dei veicoli usati rimane stabile

A
A
A
di Redazione 2 Aprile 2013 | 15:03

Il valore medio dei veicoli usati segna una lieve flessione del -0,79%. Si tratta del valore più basso registrato da gennaio 2010; l’usato risulta essere un’opportunità di business rispetto al nuovo

PREZZO MEDIO – In attesa dei dati sul mercato dei veicoli nuovi a marzo 2013, AutoScout24, il sito per la compravendita di auto online, annuncia oggi l’indice del prezzo medio delle auto usate di marzo, che ha registrato un lieve flessione del -0,79% rispetto a febbraio 2013, attestandosi a 12.267 euro. Si tratta del valore più basso registrato da gennaio 2010, ma nonostante i ribassi registrati, l’usato risulta essere un’opportunità di business rispetto al nuovo.

LE OFFERTE DEL MERCATO – Il continuo aumento di visitatori unici mensili e di numero di pagine visitate di AutoScout24.it, oltre che l’elevato tempo di permanenza di ogni utente sul sito (oltre 11 minuti) indicano che i consumatori sono molto attenti alle offerte di veicoli sul mercato. Certo, il periodo economico non è dei migliori, ma la flessione, tuttora debole, del prezzo medio dei veicoli usati indica una certa vitalità del settore.

LE EVIDENZE – Tra le evidenze, sottolinea AutoScout24.it, Mitsubishi Pajero è l'auto che ha subito la maggior rivalutazione nel mese di marzo, registrando un +4,1% rispetto al mese di febbraio; Ford Mondeo è invece il modello che ha subito la maggior svalutazione, pari a -5,2%. Osservando la top 5 dei 100 modelli considerati si nota una tendenziale crescita delle richieste durante il mese di marzo. In particolare le richieste per Ford C-Max aumentano del +14%, seguiti da Smart ForTwo (+12%), Mercedes-Benz Vito (+11%) e Land Rover Range Rover Evoque e Fiat Scudo (+10%). Infine, per quanto riguarda i brand la Top 5 di crescita nelle richieste riguarda: Dacia (+11%), Ferrari (+9%), Lexus (+8%), Citroen e Porsche (+6%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Auto, ecco come crescerà la domanda mondiale

Automotive, l’evoluzione del modello distributivo sarà la chiave per recuperare marginalità

Il fund manager Gabrielli: “Ripensare i portafogli in funzione della mobilità elettrica”

NEWSLETTER
Iscriviti
X