Auto elettrica: mentre Musk cambia idea sulla borsa, crescono i concorrenti

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Agosto 2018 | 13:47

Musk ci ripensa, Tesla resta in borsa

Mentre Elon Musk sembra aver cambiato idea e deciso che dopo tutto Tesla può rimanere quotata in borsa, contrariamente a quanto dichiarato, con clamore (e con ripercussioni sul mercato, tanto che la Sec ha aperto un’indagine sull’episodio), solo un mese fa, il mercato dell’auto elettrica si fa sempre più affollato. L’ultimo a voler sfidare Tesla è niente meno che Concern Kalashnikov Jsc, ossia il produttore del fucile automatico russo AK-47.

Kalashnikov presenta prototipo auto elettrica

Il gruppo russo negli anni è diventato produttore anche di cannoni di medio calibro, missili e proiettili guidati, come pure di automezzi militari e civili. Qualche giorno fa ha Kalashnikov ha presentato ufficialmente il CV-1, un’auto elettrica dal design retrò che ricorda quello dell’Izh-Kombi auto popolare nell’Unione Sovietica degli anni /70 del secolo scorso.

Stile retrò ma pochi dettagli per il CV-1

Dotata di un’ampia griglia anteriore e di un’autonomia di 350 chilometri, il CV-1 è stato presentato ad una fiera militare a Mosca, come ha confermato la società in una nota pubblicata anche sulla sua pagina Facebook. Kalashikov, impegnata ad espandere le vendite di prodotti col suo marchio anche nel settore dell’abbigliamento e altri accessori per uso civile, non ha fornito i dettagli su tempi e obiettivi della produzione del CV-1.

In tanti si stanno buttando sull’auto elettrica

Molti altri gruppi hanno sviluppato prototipi, ma stanno ancora lottando con la difficoltà di trovare finanziamenti adeguati per sfidare Tesla e produttori di lunga data già gettatisi nella mischia come Volkswagen, General Motors e Ford o che potrebbero decidere di entrarvi, come la stessa Fiat Chrysler Automobiles. Tra le “nuove promesse” più interessanti si è già messa in luce la cinese Nio Inc, che ha presentato domanda per una possibile Ipo da 1,8 miliardi di dollari alla borsa di New York, mentre Dyson Ltd, produttore di aspirapolveri, ha sorpreso tutti lo scorso anno fa rivelando i piani per costruire un’auto elettrica entro il 2020 e preannunciando a tal fine un investimento da un miliardo di sterline.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il fund manager Gabrielli: “Ripensare i portafogli in funzione della mobilità elettrica”

Rame e alluminio in ascesa: il piano quinquennale in Cina punta sulle auto elettriche

FAW e Silk EV investiranno in Emilia Romagna nell’auto elettrica

NEWSLETTER
Iscriviti
X