UBS, forse una fusione!

A
A
A
Avatar di Redazione 26 Febbraio 2009 | 14:30
UBS, si dimette il CEO Rohner, che verrà sostituito da Grubel, uno dei grandi di Credit Suisse. Ma l’operazione non convince. Che sia un segnale di fusione!

Una seduta che si profila positiva per le piazze finanziarie. A Milano l’S&P Mib viaggia in territtorio positivo, spinto anche dai titoli [s]UniCredit[/s] e [s]Intesa Sanpaolo[/s], che guadagnano oltre i quattro punti percentuali.

Bancari italiani che non risentono della cattiva notizia arrivata dal Regno Unito. [s]Royal Bank of Scotland[/s] questa mattina ha comunicato al mercato i dati 2008. Un rosso di 24 miliardi di sterline, circa 26 miliardi di euro. Un risultato comunque atteso dal mercato, la stessa RBS aveva addirittura stimato le perdite a 28 miliardi di sterline, mentre gli analisti si aspettavano una perdita netta di quasi 26 miliardi. In aggiunta RBS ha fatto sapere che attuerà un piano di recupero, composto da un taglio dei costi e dalla cessione di alcune aree non core. In aggiunta, la stessa Royal Bank Of Scotland, ricorrerà anche agli aiuti di stato.

Attenzione invece a UBS. Nella tarda serata di ieri, il consiglio di amministrazione di Unione Banche Svizzere ha nominato un nuovo Chief Executive Officer, con effetto immediato. L’ex CEO [p]Marcel Rohner[/p] sarà sostituito da [p]Oswald Grubel[/p]. Una manovra che ha molti punti oscuri.

Le dimissioni di Rohner non erano attese, e l’unica motivazione che avrebbe potuto spingere l’ex CEO ad abbandonare la guida di UBS è il problema USA. Un caso nato negli Stati Uniti, e che vedrebbe la divisione di Private Banking americana di UBS aver agevolato alcuni clienti ad evadere il fisco. Ma la motivazione non convincie, lo stesso Rohner avrebbe infatti comunicato di non aver saputo del raggiro fatto negli Stati Uniti, e probabilmente le dimissioni sarebbero arrivate pochi giorni dopo lo scandalo, non due mesi dopo. In aggiunta lo stesso comunicato fatto da UBS non riporta nessuna motivazione sulle dimissioni di Rohner, anche se secondo [p]Peter Kurer[/p], presidente del C.d.A di UBS, Rohner aveva già fatto sapere di volersi di ritirare dalle proprie funzioni in UBS.

Ma l’anomalia più grande riguarda il suo sostituto, Oswald Grubel. Un uomo che da 30 anni risiede in [s]Credit Suisse[/s], dove ha ricoperto diversi ruoli, anche di rilievo, come l’ultimo di Chief Executive Officer del Credit Suisse Group. Secondo UBS, Grubel è l’uomo giusto, una leadership indiscussa, con l’esperienza e la capacità per modificare e creare una nuova struttura organizzativa e decisionale all’interno del gruppo.

La situazione non convincie, dimissioni improvvise del CEO e senza uno straccio di motivazione, l’assunzione di un uomo di Credit Suisse, una manovra che fa pensare ad un unica cosa: Una fusione tra UBS e la stessa Credit Suisse.


Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 49.92 EUR -2.02%
American Express Nyse 21.73 USD -4.03%
Anima Borsa Italiana 1.44 EUR 0.00%
Axa Euronext 7.36 USD -3.76%
Azimut Borsa Italiana 3.65 EUR -1.01%
Banca Generali Borsa Italiana 2.25 EUR -2.17%
Bank of NY Mellon Nyse 23.79 USD -2.38%
Barclays Lse 5.93 USD -4.50%
BlackRock Nyse 105.5 USD -1.38%
BNP BNP 24.25 EUR +5.20%
Citigroup Inc Nyse 2.52 USD -3.07%
Credit Agricole Euronext 7.45 EUR -0.02%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 25.56 CHF +1.67%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 19.39 EUR +2.10%
Dexia Euronext 1.70 EUR +2.41%
Fortis Euronext 1.16 EUR +3.18%
FT Inv. Nyse 50.19 USD -1.58%
Goldman Sachs Nyse 89.92 USD -3.29%
Henderson Lse 82.25 GBp +7.16%
HSBC Investments Lse 492.5 GBp +4.34%
ING Euronext 3.44 EUR -6.01%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 1.88 EUR +0.75%
Invesco Nyse 12.15 USD -4.02%
Janus Capital Group Nyse 4.89 USD +6.76%
Jp Morgan Nyse 21.73 USD +3.37%
Julius Baer Swiss Market Exchange 28.42 CHF -5.26%
Legg Mason Nyse 13.74 USD -3.57%
Man Group Lse 177.5 GBp +4.04%
Mediobanca Borsa Italiana 6.26 EUR +0.16%
Mediolanum Borsa Italiana 2.60 EUR +3.67%
Morgan Stanley Nyse 21.76 USD -1.40%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 0.99 EUR -0.79%
Natixis Euronext 1.04 EUR +0.09%
Nordea bank Omxnordicexchange 42.7 SEK -0.23%
Raiffeisen Wiener Borse 14.85 EUR -1.98%
Schroders Lse 710.5 GBp +1.35%
Skandia (Old Mutual) Lse 40.6 GBp +0.74%
State Street Nyse 25.77 USD -2.71%
Ubs Swiss Market Exchange 10.10 CHF +2.53%
Unicredit Borsa Italiana 0.96 EUR +0.31%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X