Tremonti, le riforme difficili

A
A
A

Nel suo intervento al telefisco il ministro dell’economia parla delle difficoltà incontrate nei progetti di riforma del sistema e giustifica le aliquote alte: colpa dell’evasione.

di Giacomo Berdini27 gennaio 2010 | 12:00

Non si può tagliare l’Irap, perché finanzia la sanità. Sarebbe un po’ come tagliare la sanità.
Così il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ribadisce le sue posizioni in merito di tagli fiscali:
“Non siamo riusciti a togliere l’Irap, il costo è eccessivo”, ha ammesso, “È facile dire che occorre tagliare l’Irap se chi è venuto prima l’ha usata per coprire la sanità. È una cosa che va fatta ma è difficile”, ha dichiarato.

In merito alla riforma fiscale il ministro afferma che è giunto il momento per l’Italia di una vera riforma fiscale, che non sia semplicemente un ”rattoppo” dell’attuale sistema. Una riforma che ”oggettivamente può essere fatta anche riducendo le aliquote, ma non è una cosa facile”, insiste il ministro sulle difficoltà del sistema, “Abbiamo tensioni sui mercati e il terzo debito pubblico del mondo. Per questo è necessaria la prudenza”, ha detto Giulio Tremomnti, intervenendo a telefisco.

“Serve una riforma”, continua il ministro, che “ci allinei al nuovo secolo. Il nostro sistema oggi non è  né giusto né efficace, prende troppi soldi da una parte, fa perdere tempo alle imprese, i cittadini pagano tanto e non sanno a chi pagano e cosa ricevono”, ammette.
La strada da seguire “non credo possa essere quella dei piccoli rattoppi interni ma inutili per rimettere a posto o fare il body building ad una specie di ectoplasma”.

Tremonti, continuando il suo intervento a Telefisco, ha dichiarato di “credere nella riduzione delle aliquote e nel coinvolgimento dei Comuni” nella lotta all’evasione.
Poi ha precisato: “Coloro che dichiarano redditi sopra i 100.000 euro sono una minoranza, ma la vendita di auto di lusso è quattro volte tanto. Un sistema con aliquote così elevate è un alibi per non pagare le tasse”. La logica è: “se tu paghi la metà, io continuo a chiederti il doppio”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ansiogeno Tremonti

Europa, la ricetta di Tremonti

Sale il rendimento dei BOT

Tremonti, tassare rendite significa tassare Bot

Attacco a Tremonti firmato Montezemolo

Tremonti a scuola di Obama

Consob, mistero sulla fumata nera

Consob, salta ancora la presidenza

Manovra, governo chiede la fiducia alla Camera

Tremonti: i conti tengono. Alzare le tasse? “Un suicidio”

La giornata di Bernanke e Tremonti

Dl Manovra a rischio correzione

L’Italia chiude le porte alla Svizzera

Manovra Tremonti, ok del Senato

Manovra, presentato il pacchetto fiscale per le imprese

Manovra, si chiede la fiducia al Parlamento

Scudo bis: confermato il flop

Flop scudo bis: solo 7 mld

Perché è bocciata la manovra di Tremonti

Montezemolo attacca Tremonti: un marziano al Tesoro

Manovra, ai tedeschi non è piaciuta

La manovra non piace ai mercati

Manovra, la giusta direzione

Dopo i maiali arrivano gli stupidi

L’ FMI promuove le banche italiane

Tremonti, riforma fiscale e regole comunitarie

Banca del Sud lanciata da Tremonti

Tremonti, per la Grecia usiamo l’Fmi

Il ritorno del Quater

Tremonti, chiarezza sull’euroritenuta

Le due aliquote

Tremonti uomo dell’anno al Sole

La compagnia dello Scudo

Ti può anche interessare

Fmi in versione Cassandra su banche e Italia

Il rischio è quello di riaccendere il legame fra banche e debito sovrano e le tensioni sul mercato ...

La finanza digitale secondo Consob

Uno studio per parlare delle scelte strategiche che gli intermediari finanziari (prime tra tutti le ...

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

Si conclude il dossier dedicato alla fiscalità dei bitcoin ...