Il Nikkei 225 e le prosettive economiche del Giappone avanzano di gran carriera

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 12 Novembre 2020 | 14:00

Nascosta dal clamore delle elezioni USA e del virus, l’indice giapponese Nikkei 225 sembra aver avuto ragione della resistenza statica di lungo termine posta a quota 24.000 punti che l’ha bloccato nell’ultimo triennio.

“Ritengo che sia attraente: il Giappone ha relativamente pochi problemi col Covid – afferma Giuseppe Sersale,  strategist di strategist di Anthilia Capital Partners Sgr – e l’economia si è comunque molto indebolita, ma il Governo ha varato ancora uno stimolo enorme (40% del Pil). In ogni caso le aziende giapponesi sono ben posizionate per beneficiare di un ulteriore ripresa globale. Il Nikkei non ha praticamente accusato la volatilità del run up verso le elezioni e ha prontamente fatto breakout sul rimbalzo. Zero impatto della liquidazione dei tecnologici a Wall Street. A mio modo di vedere è un buon long strutturale“.

Sul fronte macro altre buone notizie in Asia. In Sud Corea, le esportazioni dei primi diecigiorni di novembre hanno mostrato un incremento, rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso, del 20.1% anno su anno, con mezza giornata di lavoro in più. La media giornaliera è +12.1%. Un bel miglioramento visto che ottobre aveva segnato +2.8% e agosto e settembre erano ancora negativi in doppia cifra. Un buon segnale per la domanda asiatica e globale tech e industria pesante.
“Sorprende quindi poco che il Nikkei si sia tirato dietro tutti i principali indici della zona” conclude Sersale.

In questo scenario, confortano poi i dati sugli aggregati monetari cinesi di novembre: i new loans hanno rallentato più delle attese (690 bln da 1.9 trilioni e vs stime per 775 bln). Ottobre è stagionalmente debole per il credito, anche a causa delle festività. In generale la crescita del credito resta robusta, ma si nota che la PBOC è più orientata alla stabilizzazione del debito in questa fase, dopo aver spinto tantissimo in corso d’anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, Usa e tassazione delle aziende: il possibile impatto a Wall St.

Raccomandazioni di Borsa: i Buy degli analisti da Anima a Saras

Azioni Aim, Jonix prepara lo sbarco a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X