Dal recovery plan risorse per settore idrico e rinnovabili. Le utility su cui puntare

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 14 Gennaio 2021 | 09:30

Indicazioni positive per una serie di utility dall’approvazione del recovery plan con risorse aggiuntive per il settore idrico e per il segmento delle rinnovabili.

In particolare: il settore idrico godrà di risorse per 2.4 mld di euro a finanziamento di cento interventi sul territorio nazionale, riguardanti la manutenzione straordinaria, il potenziamento e completamento delle infrastrutture idriche di derivazione, gli invasi e le dighe, le condotte e le perdite idriche.

“Anche se se riteniamo che le risorse straordinarie (europee o italiane) non avranno benefici economici diretti per le società regolate (inglobati probabilmente nei ritorni regolati) – avvertono gli analisti di Equita – pensiamo che si tratti di un elemento positivo a sostegno di progetti eventualmente non economici e sullo sviluppo della filiera nel complesso”. Positive poi sopratutto le indicazioni di Arera che punta a favorire le gestioni integrate e il processo di razionalizzazione e consolidamento del settore.

Ripercussioni positive, in tal senso a detta degli analisti della Sim milanese, per: Acea, A2a, Iren ed Hera.

Settore rinnovabili godrà poi di risorse per 8.7 mld di euro di cui 4 mld per le fonti di energia rinnovabile, di cui 360 mln per il sostegno alla filiera, 2.9 mld per le infrastrutture di rete e le smart grids e 1.4 mld per i progetti in linea con il Pniec (il Piano energia e clima). Si tratta di una indicazione positiva per il settore renewables che godrà quindi di risorse aggiuntive a sosteno degli incentivi per lo sviluppo di capacità, per le reti e e per le produzioni di tecnologia abilitante (pannelli, inverter, digital).

Tra i titoli da Equita segnalano: Falck Renewables, Erg, Alerion, Enel, Terna e Snam. Minore invece l’esposizione per le municipalizzate (solo parziamente esposte alle reti di distribuzione elettrica e allo sviluppo di capacità).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, titoli value: la chiave è la qualità

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Eni a UniCredit

Mercati: il punto settimanale su indici, valute e commodity di Sartorelli

NEWSLETTER
Iscriviti
X