Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi23 giugno 2017 | 13:30

QUANTO COSTERA’ SALVARE BPVI E VENETO BANCA? – Quale sarà il costo finale della “soluzione quasi di sistema” alla crisi di Bpvi e Veneto Banca? Se le autorità europee avvalleranno la proposta di Intesa Sanpaolo, secondo l’economista e blogger Mario Seminerio, il costo a carico dei contribuenti italiani potrebbe lievitare dai 4,7 miliardi ipotizzati nel caso di una ricapitalizzazione precauzionale, che di fatto non è più possibile dopo che il tentativo di trovare istituti disposti a versare “volontariamente” 1,25 miliardi di euro come chiesto dalle autorità europee è fallito, a 10-12 o forse anche 15 o più miliardi.

VALUTARE OFFERTE CONCORRENTI – Così, spiega Seminerio, il costo potrebbe infine rivelarsi anche superiore agli ipotizzati 11 miliardi di oneri che sarebbero potuti ricadere sul sistema bancario privato nel caso di un bail-in. Che fare, dunque, per evitare l’ennesimo bagno di sangue per i contribuenti italiani? Ad esempio si sarebbe dovuto/si dovrebbe bandire un contest ad evidenza pubblica, suggerisce Seminerio, così da non avere di fronte solo l’offerta di Intesa Sanpaolo, evitando di dover pensare a sussidi “ad bancam” per concludere l’operazione.

TABU’ DA INFRANGERE: COINVOLGERE BOND SENIOR – Sarebbe poi importante secondo l’esperto coinvolgere anche “gli obbligazionisti senior sino a concorrenza di quanto necessario a ripristinare la funzionalità della banca”. Anche perché, conclude l’esperto, “tutto verte sugli obbligazionisti senior, in queste procedure. Non capirlo vuol dire condannarsi a ripetere la storia, e massacrare i contribuenti”. Un aspetto che evidentemente la classe politica italiana non riesce o non vuole cogliere: sapranno coglierlo le autorità europee, imponendo un aggiustamento di tiro per il via libera all’operazione?


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ubi Banca, sprint nei pagamenti

Assopopolari, nel segno della cooperazione bancaria

Deutsche Bank, la borsa premia la cura-choc

Intesa, private banking sulle Dolomiti

Mediolanum, la raccolta trabocca di gestito

Banche, lo spread regala un miliardo

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Ti può anche interessare

Mediobanca, colpaccio in Francia

La banca italiana compra il 66% della boutique di advisory Messier Maris, valutata 160 milioni. I fo ...

Fisco, salta la sanatoria sugli avvisi bonari

Le novità fiscali in arrivo ...

Italia, è scorpacciata di bond

Le condizioni favorevoli delle banche hanno spinto le società a indebitarsi ulteriormente. Ma secon ...