Le dichiarazioni su un accordo Grecia-Ue fanno correre Piraeus Bank

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Maggio 2015 | 15:39
Dopo le dichiarazioni di Varoufakis e Tsipras anche Juncker si dice fiducioso in un accordo entro inizio giugno. Così ad Atene le banche tornano a salire, Piraeus Bank chiude a +4,9%.

GRECIA-UE, ACCORDO VICINO? – La sensazione che un compromesso tra Grecia e Ue possa essere effettivamente raggiunto entro fine mese cresce nel finale di giornata in Europa, con Atene che secondo alcune voci avrebbe presentato proposte di riforme tra cui l’atteso progetto di revisione dell’Iva, così da sbloccare l’ultima tranche di aiuti da 7,2 miliardi di euro. Da Atene rimbalzano anche dichiarazioni del ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, e del premier greco, Alexis Tsipras, per i quali l’accordo sarebbe vicino.

PIRAEUS SALE DOPO PAROLE JUNCKER
– Più prudenti le fonti Ue: l’agenzia Bloomberg riferisce come il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, abbia previsto che l’accordo venga raggiunto “verso la fine di maggio, inizio giugno” smentendo al tempo stesso l’esistenza di un “piano Juncker” che preveda una riduzione dei target di bilancio per la Grecia, di cui aveva parlato la stampa negli scorsi giorni. Le indiscrezioni fanno bene a Piraeus Bank che sul listino di Atene chiude la giornata in rialzo del 4,9% a 45 centesimi di euro, con circa 31 milioni di titoli passati di mano.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crisi Covid, il modello della Grecia e gli insegnamenti per l’Italia

L’estate si avvicina, l’Europa prova a riaprire le frontiere

Austria resta off limits per chi proviene dall’Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X