Cresce la pressione sulla Grecia, il listino di Atene arretra

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Giugno 2015 | 15:26
Mentre continua lo scambio di accuse incrociate tra la Grecia e la “troika” la borsa di Atene torna sui minimi da aprile. La Merkel avverte: Tsipras agisca, non c’è più molto tempo

ATENE TORNA A CEDERE DOPO IL NULLA DI FATTO DEL G7 – Continua lo scambio di “bordate” negoziali tra i rappresentanti della Grecia e quelli dei creditori internazionali di Atene riuniti nel gruppo di Bruxelles (l’ex “troika”: Bce, Fmi e Ue) e il nervosismo torna a salire sui mercati finanziari. Dopo l’ennesimo nulla di fatto del G7 tedesco e dei colloqui che in parallelo hanno avuto i ministri delle finanze Varoufakis e Schaeuble la borsa di Atene perde al momento il 2,73%, tornando sui minimi dallo scorso aprile.

MERKEL: TSIPRAS AGISCA – Negli ultimi 12 mesi l’indice Ase ha perduto il 40,54%, con una crescente volatilità dei prezzi dei singoli componenti dell’indice. Oggi in particolare soffrono i titoli delle materie prime e dei servizi di pubblica utilità, mentre reggono bancari come Eurobank (invariata) e salgono alcuni assicurativi come European Reliance General Insurance Company. Mentre da Berlino Angela Merkel avverte ancora una volta: Atene deve agire urgentemente per consolidare il suo ruolo di paese membro dell’eurozona e il suo primo ministro, Alexis Tsipras, deve presentare un programma economico che soddisfi i creditori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X