Fidelity fa il pieno di sostenibilità

A
A
A
di Matteo Chiamenti 30 Luglio 2018 | 15:46
Il rapporto di valutazione annuale dei Principi di Investimento Responsabile (PRI) per l’integrazione degli investimenti responsabili nei processi di investimento premia l’impegno di Fidelity International negli investimenti responsabili

Fidelity International (Fidelity) ha ottenuto tutti punteggi massimi (A+) nel rapporto di valutazione annuale dei Principi di Investimento Responsabile (PRI) per l’integrazione degli investimenti responsabili nei propri processi di investimento. Per il quinto anno consecutivo, infatti, Fidelity ha sovraperfomato la media del gruppo di riferimento, quest’anno per la prima volta in tutti i moduli oggetto del report. Sono infatti passati da A ad A+ i moduli Azioni quotate – Costituzione e Azioni quotate – Azionariato attivo. Fidelity è firmataria da ottobre 2012 dei Principi per l’Investimento Responsabile (PRI), un’iniziativa volontaria che mira all’integrazione di tematiche ambientali, sociali e di governance (“ESG”) nei processi decisionali e nelle politiche di azionariato. Tutti i firmatari dei PRI sono tenuti a presentare una relazione annuale che espliciti le modalità di integrazione dei temi ESG nell’analisi degli investimenti nelle varie asset class.

Commentando i punteggi ottenuti quest’anno, Mike Gibb, Head of Stewardship and Sustainable Investment, Fidelity International, ha dichiarato: “L’integrazione dei temi ESG è un elemento cruciale in tutto quello che facciamo; siamo convinti che investire in società che operano secondo elevati standard di responsabilità ci aiuti a proteggere e potenziare i rendimenti degli investimenti dei nostri clienti. Il rapporto di valutazione dei PRI di quest’anno dimostra il nostro continuo impegno, a tutto beneficio dei nostri clienti.”

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti