Banche italiane, Fitch storce il naso

A
A
A

La società di rating ha recentemente peggiorato l’outlook sulle 5 importanti realtà nostrane

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti6 settembre 2018 | 09:03

Dopo che lo scorso 31 agosto 2018 Fitch Ratings (Fitch) ha confermato il rating a lungo termine dell’Italia a “BBB”, è arrivata nella serata di ieri la notizia della variazione in negativo dell’outlook (portandoli da “stabile” a “negativo”) su cinque importanti realtà bancarie italiane: Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Credem e Bnl.

La revisione, spiega l’agenzia di rating, segue quella analoga operata per l’Italia lo scorso 31 agosto e riflette la visione per cui “le banche subiranno probabilmente un downgrade se il giudizio sull’Italia sarà abbassato”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e reti, i consulenti hanno una marcia in più

Conti correnti: gli Italiani sono più parsimoniosi

Ubi Banca va di nuovo a canestro

Reti, Banca Consulia tratta con Unica Sim

Banca Generali e la festa dei bambini a Citylife

CheBanca!, reclutamento senza sosta

Reti, ora la fee è (quasi) una certezza

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Ti può anche interessare

L’allarme di Artoni sui Btp

Il gestore di Impact Sim, ex Azimut, sconsiglia l'acquisto aggressivo di btp ...

Dl Crescita, ribellione per la norma sulle Casse previdenziali

Gli enti previdenziali non ne vogliono sapere. Per loro è troppo ambizioso l’obiettivo del decret ...

Derivati, ora più poteri a Esma

Parlamento e Consiglio hanno trovato un accordo per attribuire a Esma, la Consob europea, la vigilan ...