La gabbia della Brexit

A
A
A

May day

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti6 dicembre 2018 | 11:13

Il fantasma della Brexit continua ad aggirsi a Westminster. Le intese trovate dal primo ministro Theresa May con il negoziatore europeo Michel Barnier sono sotto accusa perché è stata creata una sorta di gabbia, il mercato interno europeo e l’Unione doganale, da cui è impossibile uscire. Il prossimo 11 dicembre ci sarà il voto finale sulla proposta elaborata tra la May e Barnier.

Ma la premier è già stata battuta due volte per «oltraggio al Parlamento», non avendo voluto trasmettere nella sua interezza il rapporto legale elaborato dal consulente legale del governo. Sui seguiti dell’accordo dovrà quindi decidere in primo luogo il parlamento inglese. E c’è chi spera in un nuovo referendum, che ribalti la decisione favorevole alla Brexit.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, le nuove tariffe in Gran Bretagna

Dalla Brexit alla Brentry

Elezioni Uk, i gestori private promuovono la mossa

Ti può anche interessare

I CF Webinars in diretta dall’ITForum di Milano

I prossimi appuntamenti con la formazione targata Bfc ...

Investimenti, che cedole tra dollari e rubli

Banca Imi punta ancora sulle quotazioni di bond denominati in valuta estera ...

Anche Bluerating è a Cernobbio

L'apertura del Forum si concentrerà sulle “sfide globali del futuro e gli impatti sull’economia ...