Bancari e consulenza finanziaria, stop alle pressioni commerciali

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 22 Marzo 2019 | 10:34
Presentata dai sindacati la piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale del credito

Contratto bancari: i sindacati chiedono di eliminare le politiche commerciali improprie

Lunedì si riuniranno a Milano dove presenteranno le loro rivendicazioni. Ma i sindacati dei bancari (Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin) hanno già presentato la piattaforma per il rinnovo del contratto di lavoro di categoria. Un capitolo delle rivendicazioni è dedicato alle politiche commerciali. “Il nuovo contratto bancari dovrà sancire l’eliminazione di politiche commerciali improprie e delle relative pressioni sulle lavoratrici e i lavoratori”, scrivono i sindacati, “rilanciando una corretta relazione con il cliente e realizzando, quindi, una reale tutela del risparmio”.

Contratto bancari: le richieste sindacali in tema di consulenza finanziaria

A questo proposito, le organizzazioni dei lavoratori chiedono di approfondire l’argomento dei consulenti finanziari, finora non affrontato da Abi nonostante le richieste sindacali. “La centralità delle persone (clienti e dipendenti)”, continuano ancora i sindacati nella loro piattaforma, “una maggiore trasparenza, una migliore qualità di prodotti e servizi, con il conseguente aumento della redditività, saranno le linee guida per aumentare l’occupazione, migliorare i trattamenti economici, individuare le nuove professionalità e potranno contribuire al recupero reputazionale del settore del credito”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dossier reclutamento 2021 – CheBanca!, offerta shock per i bancari

Prestiti a rilento, non sparate sui bancari

Intesa Sanpaolo, fino a 117 milioni di bonus per i bancari

NEWSLETTER
Iscriviti
X