Bancari e consulenza finanziaria, stop alle pressioni commerciali

A
A
A
di Andrea Telara 22 Marzo 2019 | 10:34
Presentata dai sindacati la piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale del credito

Contratto bancari: i sindacati chiedono di eliminare le politiche commerciali improprie

Lunedì si riuniranno a Milano dove presenteranno le loro rivendicazioni. Ma i sindacati dei bancari (Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin) hanno già presentato la piattaforma per il rinnovo del contratto di lavoro di categoria. Un capitolo delle rivendicazioni è dedicato alle politiche commerciali. “Il nuovo contratto bancari dovrà sancire l’eliminazione di politiche commerciali improprie e delle relative pressioni sulle lavoratrici e i lavoratori”, scrivono i sindacati, “rilanciando una corretta relazione con il cliente e realizzando, quindi, una reale tutela del risparmio”.

Contratto bancari: le richieste sindacali in tema di consulenza finanziaria

A questo proposito, le organizzazioni dei lavoratori chiedono di approfondire l’argomento dei consulenti finanziari, finora non affrontato da Abi nonostante le richieste sindacali. “La centralità delle persone (clienti e dipendenti)”, continuano ancora i sindacati nella loro piattaforma, “una maggiore trasparenza, una migliore qualità di prodotti e servizi, con il conseguente aumento della redditività, saranno le linee guida per aumentare l’occupazione, migliorare i trattamenti economici, individuare le nuove professionalità e potranno contribuire al recupero reputazionale del settore del credito”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Come ti trasformo da bancario in consulente

Vaccini: bancari sì, consulenti no. Federpromm non ci sta

Bancari, c’è l’accordo per il vaccino al lavoro

NEWSLETTER
Iscriviti
X