La “local tax” manderà in pensione Imu e Tasi. Ecco quanto peserà

A
A
A
di Ettore Mieli 30 Ottobre 2014 | 11:25

La nuova tassa unica sulla casa verrà introdotta verosimilmente già a partire dal 2015, secondo quanto ha annunciato il premier Renzi


"Basta miriade di tributi, faremo una local tax". Queste le parole del premier Matteo Renzi, nell'incontro con i Comuni ricevuti a Palazzo Chigi. In pratica, un’unica tassa dovuta dai cittadini al Comune per coprire tutti i costi e i servizi legati all’abitazione.

LOCAL TAX – La nuova tassa unica sulla casa che presumibilmente verrà introdotta già a partire dal 2015, manda quindi in pensione Tasi, Tari, Imu e imposta comunale Irpef che confluiranno tutte in un’unica tassa che dovrebbe semplificare, finalmente, la vita ai cittadini. La legge di stabilità però ha lasciato la questione in sospeso e quindi il premier rilancia l’intervento sul fisco locale per l’anno prossimo.

IL PESO DELLA TASSA – Il primo a chiederselo è stato il centro studi della Cgia di Mestre. La Cgia spiega che "tra Imu e Tasi (18,8 miliardi di euro), la tassa sull’asporto rifiuti (7,3 miliardi di euro), l’addizionale comunale Irpef (4,3 miliardi di euro), l’imposta sulla pubblicità (426 milioni di euro), la tassa sull’occupazione degli spazi e aree pubbliche (218 milioni di euro), l’imposta di soggiorno (105 milioni di euro) e l’imposta di scopo (14 milioni di euro), il gettito totale ammonta a 31,2 miliardi che verrebbero incassati con un’unica imposta: la local tax".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X