Stretta sugli offshore, welth management in frenata

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara8 giugno 2017 | 07:46

Secondo un report di Oliver Wyman e Deutsche Bank citato dal sito web International Adiveser, le regole internazionali più stringenti sulla detenzione di conti finanziari offshore danneggerà il comparto del wealth management. Lo studio prevede che la crescita del settore calerà dall’8 al 5% annuo da qui al 2021 e che, globalmente, l’industria perderà 13 miliardi di dollari (circa 11,5 miliardi di euro) di ricavi ogni anno.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Paradisi fiscali: nuove indicazioni dai paesi OCSE

Hedge fund – fuga dalle Cayman Islands

OCSE: quattro paesi 'escono' dalla lista nera

Ti può anche interessare

Private banking, sbarco libanese in Francia

Il gruppo libanese Société Générale de Banque au Liban (SGBL) ha acquisito la filiale francese e ...

Private banking, nuova piattaforma in Asia per Ubs

Il gruppo elvetico investe 1 miliardo di franchi nell’It per migliorare l’efficienza operativa. ...

Bonomi punta sull’illuminazione di alta gamma

Nuovo colpo per Investindustrial. La società di private equity che fa capo ad Andrea Bonomi ha acqu ...