Ubp, salta il capo del pb

A
A
A
Avatar di Redazione3 maggio 2019 | 11:27

Michel Longhini lascia Union Bancaire Privée (UBP), secondo una nota interna della private bank  alla quale ha avuto accesso Finews.ch. Un addio improvviso dopo nove anni ai vertici della società ginevrina, per quello che è stato uno dei più stretti collaboratori del ceo e co-proprietario Guy de Picciotto .  Quest’ultimo ha espresso rammarico per la decisione del manager, a capo del private banking di Ubp, che sarebbe legata a ragioni strettamente personali

Durante l’arco di tempo in cui Longhini ha operato per Ubp, il patrimonio gestito è raddoppiato, arrivando a 126,8 miliardi di franchi svizzeri alla fine del 2018. Longhini era uno dei sette dirigenti del comitato direttivo diretto da Guy de Picciotto. Ora l’amministratore delegato assumerà temporaneamente la gestione dell’unità e definirà una nuova struttura di gestione.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca rafforza la controllata monegasca

Risiko private: Girelli alla guida di Efg a Milano

Colpo Keating per Bny Mellon

Ti può anche interessare

Ardian prende la maggioranza del gruppo Inula

Il gruppo Inula nasce dalla fusione di Pranarôm e HerbalGem, due laboratori pionieristici specializ ...

Il fintech per antonomasia

Barclays, Deutsche Bank, HSBC, Nomura, Royal Bank of Scotland, Société Générale e UBS. A scorrer ...

Ardian, accordo con Wise SGR per la maggioranza di Corob

L’ACCORDO – Ardian, società di investimento privata leader a livello mondiale, annuncia ...