Julius Baer gioca la carta Collardi

A
A
A

Banca Julius Baer, nomina il nuovo CEO, puntando ulteriormente sul Private Banking. Boris Collardi, il nuovo amministratore delegato, si può dire sia nato nell’area private.

di Redazione31 marzo 2009 | 14:00

Ripresa decisa sui mercati finanziari. Dopo un lunedì di vendita, ad imporsi nella seduta di oggi sono di nuovo gli acquisti. Ottima performance per piazza affari, con l’S&P Mib che a metà seduta guadagna oltre i due punti. Deciso anche il trend di giornata, dall’apertura delle contrattazioni infatti, l’indice guida della piazza milanese segna un deciso rialzo, ai limiti del supporto dinamico di giornata. Acquisti che stanno interessando tutto il listino milanese, compreso il comparto banche. Bene [s]UniCredit[/s] e [s]Banco Popolare[/s], che guadagnano oltre i cinque punti percentuali. Leggermente sopra la parità invece [s]Intesa Sanpaolo[/s], con il titolo caratterizzato dalla volatilità.

Sotto i riflettori invece Banca Julius Baer
, stamani infatti la società ha comunicato il nome del nuovo [a]Chief Executive Officer[/a]. Dal 1 maggio il nuovo amministratore delegato sarà [p]Boris Collardi[/p], succedendo così a [p]Johannes De Gier[/p]. Una scelta non causale, forse anche inattesa, ma che mette in evidenza l’ottima gestione Julius Baer.

Il gruppo elvetico è il principale gestore patrimoniale puro in Svizzera, e ha come core business le attività di Private Banking e l’asset management. Presente su oltre 20 paesi, si focalizza su una clientela nazionale, ed internazionale, retail ed istituzionale. Una company che ha chiuso il 2008 in area profit, e con un volume totale di fondi pari a 388 miliardi di Chf.

Come detto prima però, per Julius Baer il nome Collardi non è un caso, il manager rappresenta infatti uno degli uomini di eccellenza sulla piazza Svizzera, e non solo, del [a]Private Banking[/a]. Un segnale chiaro, analizzato già dalla nostra rubrica in più di una occasione e su svariati istituti. Infatti è vero che per Julius Baer il Private Banking è un’area core, ma e anche vero che rappresenta una delle divisioni su cui molti istituti si stanno concentrando, sia dal punto di vista degli investimenti, sia sul piano delle risorse umane e dei Know How. Un’area, nel complesso, che in questi mesi ha subito grandi variazioni, da pochi clienti con elevate somme potenzialmente investibili, si è passati a seguire anche target inferiori, con una gamma di servizi offerti sempre di più sviluppati.

Ritornando al caso Julius Baer, il futuro amministratore delegato, Boris Collardi, è entrato nel mondo del Private Banking a 19 anni. In [s]Credit Suisse[/s], dove ha cominciato, ha ricoperto diversi ruoli, sempre però nella medesima area, a Ginevra, Zurigo, fino ad arrivare a Singapore. A Julius Baer è presente dal 2006, dove attualmente ricopre il ruolo di CEO nella divisione Investment Solution Group. Inoltre ha seguito le recenti operazioni di M&A di Julius Baer, cioè le acquisizioni di tre banche private e anche quella relativa a GAM, una delle attuali divisioni di gestione patrimoniali del gruppo svizzero.

Quindi Julius Baer puntando su Boris Collardi, ha deciso di scommettere sul Private Banking, e vedendo i risultati ottenuti dalle compatitors, è forse la scelta giusta, magari affiancandola ad una buona divisione di [a]Asset Management[/a].

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 60.75 EUR -8.28%
American Express Nyse 12.81 USD -11.3%
Axa Euronext 8.76 USD -4.90%
Azimut Borsa Italiana 3.93 EUR -4.50%
Banca Generali Borsa Italiana 2.26 EUR -7.66%
Bank of NY Mellon Nyse 25.92 USD -7.52%
Barclays Lse 8.26 USD -16.4%
BlackRock Nyse 124.8 USD -2.03%
BNP Euronext 29.14 EUR -9.64%
BPM Borsa Italiana 3.65 EUR -5.81%
Citigroup Inc Nyse 2.31 USD -11.8%
Credit Agricole Euronext 7.98 EUR -13.2%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 31.94 CHF -4.65%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 28.75 EUR -10.3%
Dexia Euronext 2.48 EUR -12.3%
Fortis Euronext 1.34 EUR -7.05%
FT Inv. Nyse 51.15 USD -5.62%
Goldman Sachs Nyse 100.4 USD -7.05%
Henderson Lse 76.5 GBp +0.99%
HSBC Investments Lse 370.5 GBp -7.95%
ING Euronext 4.00 EUR -13.0%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 1.97 EUR -9.63%
Invesco Nyse 13.04 USD -11.8%
Janus Capital Group Nyse 6.09 USD -10.4%
Jp Morgan Nyse 24.85 USD -9.30%
Julius Baer Swiss Market Exchange 27.0 CHF -6.83%
Legg Mason Nyse 14.94 USD -7.60%
Man Group Lse 199.1 GBp -6.52%
Mediobanca Borsa Italiana 6.24 EUR -5.60%
Mediolanum Borsa Italiana 2.46 EUR -6.82%
Morgan Stanley Nyse 22.13 USD -9.11%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 0.99 EUR -9.36%
Natixis Euronext 1.19 EUR -14.2%
Nordea bank Omxnordicexchange 39.5 SEK -6.61%
Raiffeisen Wiener Borse 19.41 EUR -14.3%
Schroders Lse 738.5 GBp -5.26%
Skandia (Old Mutual) Lse 45.8 GBp -10.8%
State Street Nyse 27.98 USD -8.56%
Ubs Swiss Market Exchange 10.14 CHF -10.8%
Unicredit Borsa Italiana 1.14 EUR -12.5%

Dati di chiusura del 30 marzo 2009, fonte Bluerating.com;

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa Sanpaolo, il wealth management sostiene gli utili

Asset management, le 10 ricette per avere successo

Al Salone del Risparmio torna LEADER, con un tocco di rosa

Ti può anche interessare

Petrolio sui minimi a 7 mesi, scattano vendite su Saipem, Eni e Tenaris

GREGGIO ANCORA SOTTOTONO – Dopo la “scoppola” presa ieri (-3,7%), i future sul  petrolio ...

Se i Pir vanno in vacanza, soffriranno anche i fondi mid e small cap Italia?

FRENATA PIR PUO’ INFLUENZARE ALTRI FONDI? – A proposito di titoli azionari italiani a media ...

Abu Dhabi costruisce appartamenti a Londra

ADNEC COSTUIRA’ APPARTAMENTI A LONDRA – Abu Dhabi National Exhibitions Co. (Adnec), società ...