Credem, l’educazione si tinge di rosa

A
A
A

A Reggio Emilia una giornata di formazione tutta al femminile organizzata dalla Banca con la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio e Global Thinking Foundation

di Redazione2 ottobre 2018 | 11:30

Appuntamento per il 2 ottobre presso l’auditorium della sede Credem di Via Emilia San Pietro 6 a Reggio Emilia una giornata dedicata all’educazione finanziaria per le donne, denominata “Donne al quadrato”. L’evento è organizzato dalla banca in collaborazione con la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, costituita su iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana per promuovere l’educazione finanziaria e Global Thinking Foundation, che ha l’obiettivo di sostenere, patrocinare e organizzare iniziative e progetti finalizzati all’alfabetizzazione finanziaria.

L’incontro, a cui parteciperanno oltre 250 donne, sarà strutturato in quattro moduli legati all’educazione finanziaria in chiave femminile: la finanza e la comunicazione nell’era dell’industry 4.0, la SWOT Analysis (analisi delle forze, debolezze, opportunità e rischi correlati all’attività d’impresa), l’analisi del mercato del lavoro per le start up e le fonti finanziamento. La partecipazione è aperta alle principali associazioni femminili del territorio, Imprenditrici e Donne Dirigenti in Azienda, European Women’s Management Development, Soroptimist, Zonta, all’Assessorato Pari Opportunità del Comune attraverso specifiche partnership di partecipazione e sarà patrocinata dal Comitato Pari Opportunità dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Reggio Emilia.

All’appuntamento, che si tiene nella settimana mondiale dell’investitore e durante il mese dedicato all’educazione finanziaria, interverranno il Direttore della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio Giovanna Boggio Robutti, il Presidente di Global Thinking Foundation Claudia Segre, il Co-Fondatore di Dress for Success Tiziana Bocus ed il Presidente di Credem Lucio Zanon di Valgiurata.

L’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU prevede 17 obiettivi di sviluppo sostenibile da raggiungere entro il 2030 ed uno di questi è proprio finalizzato a fornire un’istruzione qualificata, equa ed inclusiva, promuovendo opportunità di apprendimento permanente per tutti”, ha dichiarato Lucio Zanon di Valgiurata, Presidente Credem. “Sperimentiamo ogni giorno, anche nella nostra attività di impresa, con le persone che lavorano con noi, la costante evoluzione del mondo del lavoro e la necessità di mantenere una formazione continua, che consenta di rimanere competitivi aggiornando costantemente il bagaglio delle competenze, in tutti gli ambiti e in qualunque fase della vita. Il Gruppo Credem nel 2017 ha erogato oltre 305 mila ore di formazione alle oltre 6.000 persone del nostro Gruppo, attraverso un modello di competenza che privilegia visione d’insieme, autonomia decisionale, metodo e risultato. In questo contesto è importante che anche l’ambiente sociale col quale quotidianamente interagiamo sia pronto a crescere ed evolvere, a garanzia di una reciproca comprensione di linguaggi, bisogni, aspettative. Per questo abbiamo indirizzato e definito una programmazione volutamente rivolta alle donne i cui contenuti verteranno sulla pianificazione professionale”, ha concluso Zanon.

Il Gruppo Credem, con sede a Reggio Emilia, è uno dei principali gruppi bancari privati italiani quotati attivo in tutte le aree del banking commerciale ed, attraverso le sue controllate, nel risparmio gestito, leasing, factoring e assicurazioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il “buy” del consulente – 17/10/18, da Elica a Prysmian

Consulenti, un webinar sulle ali dell’indipendenza

Consulenti: fenomenologia dello spirito associativo

Consulenti: ok tutele, ma che costi

Consulente, conoscere la professione a Pavia

Sorpresa IW Bank, Di Muro nuovo dg

Banca Generali batte la volatilità

Widiba sulla via (di) Augusta

Rivivi il webinar: “Certificati Bonus Cap: le peculiarità di questo strumento di investimento”

Il “buy” del consulente – 26/09/18, da Anima Holding a StM

Ultima chiamata per ConsulenTia18

Pesca grossa da Mps per Banca Euro

Il “buy” del consulente – 21/09/18, da Enel a Gamenet

Appunti sparsi sulla convention di Widiba

Consulenti, cosa vendono quelli delle Poste

Bufi (Anasf) risponde alle accuse del consulente

Anasf, il j’accuse di un consulente finanziario

Consulenza, non è mai troppo tardi per imparare

Il “buy” del consulente – 18/09/18, da Enel a Ovs

Consulenti, la prima volta di DB FA

Il “buy” del consulente – 17/09/18, da Banca Generali a La Doria

Mediolanum, gli afflussi navigano in acque tranquille

Consulente, poche regole per una camicia elegante

Alcune irregolarità, la sanzione è la sospensione per un cf Mediolanum

Consulenti, 5 consigli per ripartire al top

Consulenti, qualche dritta per la pensione anticipata

Consulenti, la formazione orientata all’utente finale

Consulenza, la formazione al servizio dell’industria

Consulenti, la tv di Instagram è un’occasione

I gruppi a misura di consulente su LinkedIn

Consulenti, la cultura fa la differenza

Anasf cala il tris nella formazione

Lo scudo di Bufi su Consob

Ti può anche interessare

La Spac di Passera a caccia di una banca da comprare

Il veicolo di investimento dell’ex-ministro ha debuttato con successo sull’Aim (+4%) e ora si pr ...

Vegagest, così alle Poste vendevano i fondi immobiliari

L’Aduc ricostruisce le vicende di collocamento dei prodotti che risalgono al 2004, quando il grupp ...

CheBanca!, accordo con Ram nel nome del wealth

L’istituto del gruppo Mediobanca ha presentato un accordo che potenzierà l’offerta diretta alla ...