Paesi arabi rompono col Qatar, dopo attentato di Londra

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Giugno 2017 | 12:28

QATAR ISOLATO – Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrein hanno interrotto i rapporti diplomatici col Qatar, dopo le tensioni seguite all’attentato di Londra di sabato scorso e le accuse nuovamente lanciate a Doha per il presunto appoggio fornito a gruppi islamisti. L’Arabia Saudita (paese a sua volta sospettato da tempo di fornire appoggio finanziario a gruppi estremisti) ha anche vietato con effetto immediato lo sbarco di qualsiasi volo aereo, privato o commerciale, in arrivo da Qatar così come il permesso di volare in Qatar partendo da un aeroporto del paese.

BORSE IN CALO, PETROLIO IN FRAZIONALE RECUPERO – Dopo l’annuncio la borsa del Qatar accusa un crollo del 7,76%, ma anche gli altri listini del Golfo Persico sono in calo, col Kuwait a -0,55%, l’Arabia Saudita a -0,61%, l’Oman a -0,41%. La crescente tensione in Medio Oriente non produce per ora un rialzo consistente dei prezzi del petrolio, con il Wti che stamane oscilla a 47,80-47,85 dollari al barile, una quindicina sopra la chiusura di venerdì sera, mentre il Brent del Mare del Nord torna appena sopra i 50 dollari al barile.

A MILANO SOFFRONO I TITOLI DEL LUSSO – Intanto in Europa le borse mantengono un andamento negativo con Londra in calo dello 0,24%, Parigi che cede lo 0,49%, mentre Francoforte oggi resta chiusa per festività della Pentecoste. A Milano il Ftse Mib cede lo 0,91%, il Ftse Italia All Share oscilla a -0,9% e il Ftse Italia Star è indicato a -0,4%. Tra i più penalizzati oltre alle banche vi sono stamane i titoli del comparto del lusso, che potrebbero secondo molti esperti risentire di eventuali impatti negativi sui flussi turistici verso l’Europa e la Gran Bretagna a causa dei timori legati a possibili nuovi attentati nel vecchio continente nei prossimi mesi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borse internazionali: il punto tecnico della settimana di Aldrovandi

Mercati: ecco perchè assisteremo ancora al rally di fine anno

Investimenti: mercati sotto pressione

NEWSLETTER
Iscriviti
X