Vix index, cosa misura e perchè gli investitori lo tengono d’occhio

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Febbraio 2018 | 17:09

Il rimbalzo del Vix index

Lunedì 5 febbraio gli investitori hanno assistito ad una giornata record per Wall Street, con l’indice Dow Jones che ha chiuso a -4,60% e l’S&P500 a -4,10%, il peggior calo da agosto 2011. Ha fatto ancora più notizia, come ricorda anche Daniele Bernardi (Diaman Sicav) che il Vix index abbia registrato “lo spike di crescita più elevato nella sua storia, costringendo alcuni fondi a causa dell’effetto leva eccessivo a pesanti perdite e alcune case a mettere il fondo in liquidazione”.

L’indice traccia l’andamento della volatilità attesa

Ma cos’è esattamente l’indice Vix? Si tratta di un indicatore che misura la volatilità attesa dell’indice azionario S&P500 della borsa di New York. L’indice è stato introdotto nel 1993 dal Chicago Board Options Exchange (Cboe, il maggior mercato mondiale delle opzioni). La volatilità attesa calcolata dal Vix index è basata su un ampio paniere di opzioni, put e call, che hanno come sottostante l’indice di riferimento.

Sopra i 30 punti la volatilità è ritenuta elevata

L’indice Vix è comunemente utilizzato dagli investitori professionali per misurare il rischio di mercato e viene indicato in gergo come “l’indice della paura”. In particolare, valori del Vix index più elevati di 30 segnalano la presenza di una elevata volatilità, dovuta a incertezze o paure diffuse tra gli investitori, mentre valori del Vix index più bassi di 20 sono considerati sinonimi di bassa volatilità, ossia di un mercato poco stressato e piuttosto confidente sulle prospettive future.

Vix index torna sotto i 26,9 punti a Chicago

Al momento il Vix index oscilla poco sotto i 26,9 punti sul Cboe, segnando un nuovo calo del 3,1% rispetto alla vigilia ed allontanandosi dai 37.32 punti toccati lunedì scorso. Anche così l’indice resta sensibilmente al di sopra dei 13,47 punti a cui aveva chiuso giovedì primo febbraio, alla vigilia della diffusione dei dati macro americani che hanno fatto scattare il rimbalzo dell’indice il giorno successivo. Negli ultimi 12 mesi il Vix index si è mantenuto più volte sotto i 10 punti, toccando un minimo storico a 8,56 punti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Perché rimaniamo sul treno in corsa (dei mercati azionari)

La strada verso la ripresa sarà più accidentata del previsto

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X