Lo stallo greco raffredda l’umore di Wall Street

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 22 Maggio 2015 | 14:14
I commenti gelidi di Angela Merkel e Wolfgang Schaeuble sui negoziati tra Grecia e troika raffreddano gli umori degli investitori a New York. Sottotono anche T-bond, oro e petrolio

DA BERLINO IL GELO ARRIVA A NEW YORK – La freddezza con cui sia Angela Merkel sia Wolfgang Schaeuble hanno commentato le trattative tra Grecia e “troika” inducono gli investitori alla prudenza anche a New York, così dopo una mezzora di scambi il Dow Jones scivola in rosso dello 0,11%, mentre l’S&P500 resta a -0,07%, il Nasdaq sale dello 0,12% e le small cap del Russell 2000 segnano -0,10%.

INCERTI ANCHE BOND, ORO E PETROLIO – Una certa tensione si nota anche sui bond, nonostante il dato dell’inflazione di aprile (+0,1% mensile, -0,2% su base annua)  si sia rivelato in linea con le attese e sotto la precedente stima flash (+0,2%). Sui T-bond decennali il tasso sale così sul 2,21% mentre quello sui bond trentennali  si mantiene sul 2,98%, causando un lieve appiattimento della curva dei tassi. L’oro resta a 1.203,1 dollari l’oncia (1 dollaro meno di ieri), l’argento è indicato a 17,05 dollari (9 centesimi peggio di ieri) e il petrolio arretra nuovamente sui 59,57 dollari al barile, 1,15 dollari in meno rispetto all’ultimo fixing.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Voglia di rendimento. I nuovi bond governativi e corporate sotto la lente

Amundi: nei mercati emergenti la differenza la faranno i fondamentali

J.P. Morgan AM, sui bond “fiducia sol a chi la merita”

NEWSLETTER
Iscriviti
X