Fondi, la grande sfida dei costi

A
A
A
Avatar di Redazione 9 Settembre 2019 | 10:10
Analisi de L’Economia del Corriere sulle voci di spesa del risparmio gestito con i rendiconti Mifid 2. Ancora un grande gap tra i fondi a gestione attiva e i prodotti passivi

Circa il triplo o il quadruplo. E’ il maggior costo dei fondi comuni a gestione attiva rispetto a quelli a gestione passiva. A mettere in evidenza questo gap è un’analisi dell’inserto L’Economia del Corriere della Sera, che passa in rassegna le voci di spesa dei prodotti del risparmio gestito, dopo la pubblicazione dei rendiconti previsti dalla direttiva Mifid 2. Nello specifico, dall’analisi emerge che il costo medio di gestione dei fondi azionari attivi è pari all’1,35% in rapporto al capitale contro lo 0,35% dei passivi. Per gli obbligazionari, le voci di spesa degli attivi sono in media dello 0,74% contro lo 0,21% dei passivi. Infine nei bilanciati il gap è di quasi lo 0,8%: 1,13% per gli attivi contro lo 0,42% dei passivi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, ipotesi cambio di regime

Top 10 Bluerating: Amiral Gestion vince nell’area Euro

Directa, accordo con Fundstore per offrire i tradizionali fondi comuni d’investimento

NEWSLETTER
Iscriviti
X