Derivati, parte l’offensiva della vigilanza dopo Mifid 2

A
A
A

Nel mirino cfd e opzioni binarie

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti10 gennaio 2019 | 10:47

Come recita il portale dell’autorità di vigilanza, la Consob ha avviato lo scorso 7 gennaio una consultazione con il mercato finanziario sulle misure da adottare in materia di offerta agli investitori al dettaglio di opzioni binarie e di contratti per differenza.

L’obiettivo è di introdurre in Italia in via permanente – ai sensi della direttiva comunitaria sulla prestazione dei servizi di investimento (Mifid II) e dell’articolo 42 del regolamento Mifir (Regolamento Ue sui mercati degli strumenti finanziari) – le stesse misure d’intervento già adottate dall’Esma, l’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati.

I provvedimenti Esma, approvati con il supporto anche della Consob, prevedono per quanto riguarda l’offerta di opzioni binarie il divieto di commercializzazione, distribuzione e vendita agli investitori al dettaglio; per quanto riguarda, invece, l’offerta di contratti per differenza, prevedono restrizioni alla commercializzazione, distribuzione e vendita  agli investitori retail.

La consultazione avrà termine il 22 gennaio 2019.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, obbligazionari con la leva

Opzioni binarie, divieto di vendita al retail

Cfd, l’Esma ha fatto cilecca

Ti può anche interessare

Ocf e indipendenti: solo 80 nominativi hanno fatto richiesta

Autonomi e società di consulenza si confrontano con il nuovo Albo ...

Il “buy” del consulente – 19/09/18, da Digital Magics a Poste Italiane

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Risparmi sulle imposte giganteschi, per un totale di oltre 71 miliardi di euro. Sono quelli che i gi ...