Zinco, lo sciopero in Canada non fa per ora uscire i corsi dal trading range

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 27 Febbraio 2017 | 15:30

I lavoratori dell’impianto di Noranda, attivo nella produzione di zinco in Canada nella regione del Quebec, sono entrati nel tredicesimo giorno di sciopero e nessuna negoziazione tra i lavoratori e il management della compagnia è in programma per i prossimi giorni.

Tuttavia, al London Metal Exchange, prosegue la fase laterale delle quotazioni del future poco al di sopra dei 2.800 dollari per tonnellata all’interno di un trading range delimitato inferiormente dal supporto a quota 2.750 (dove transita la media a 50 giorni), un livello – a detta degli analisti di Wings parteners Sim – chiave per il mercato, in quanto una violazione al ribasso di tale livello aprirebbe spazi per l’estensione del movimento discendente in direzione del successivo livello di supporto rappresentato dalla media a 100 sedute e dal transito della trendline rialzista di medio periodo. “In un’ottica più ampia, avvertono però da Wings Partners Sim – queste flessioni sono da inquadrare come un puro storno correttivo, prima di riavviare il trend rialzista attualmente in essere”.

Per sfruttare un possibile rialzo dello zinco, a Piazza Affari sono disponibili tre Etc: l’Etfs Zinc, l’Etfs Eur Daily Hedged Zinc è l’Etfs 2x Daily Long Zinc. Al ribasso è invece disponibile: l’Etfs 1x Daily Short Zinc.   G.R.

zinco

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Banche Centrali: primi segnali di tapering dal Canada

Turismo: l’Europa va a due velocità, Italia resta off-limits

La Bank of Canada emetterà valuta digitale? Le conseguenze per gli Usa

NEWSLETTER
Iscriviti
X