Draghi (Bce): nessuna novità per tassi e QE, crescita si rafforza senza inflazione

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi8 giugno 2017 | 15:58

BCE: RIPRESA EUROPEA SI RAFFORZA – Niente rialzi dei tassi in vista per la Banca centrale europea, né alcun “tapering” o altra modifica per il programma in essere di quantitative easing e subito il tratto a lungo termine della curva dei tassi recupera terreno su tutte le principali piazze europee.  Al termine del board della Bce di Tallin, che come previsto ha lasciato i tassi invariati e ha confermato i 60 miliardi di euro al mese di acquisto di bond sul mercato fino alla fine dell’anno, il presidente Mario Draghi ha sottolineato come la crescita economia nella zona euro abbia ripreso slancio e si prevede che “procederà ad un ritmo superiore alle attese”.

INFLAZIONE FRENA IN SCIA AL PETROLIO – Per questo la Bce ha alzato le proprie stime sulla crescita del Pil di Eurolandia a +1,9% quest’anno dalla precedente previsione di +1,8%, a +1,8% (da +1,7%) per il 2018 e +1,7% da +1,6% per il 2019. Contemporaneamente, tuttavia, la Bce ha limato le previsioni sull’inflazione vista ora a +1,5% (da +1,7%) a fine 2017, complice il nuovo calo dei prezzi dei prodotti petroliferi. Le attese per il 2018 calano a +1,3% da +1,6% e quelle per il 2019 a +1,6% da +1,7%, allontanandosi nuovamente dal target Bce a medio termine di un’inflazione poco sotto il 2% annuo.

DRAGHI: SERVE POLITICA MONETARIA ACCOMODANTE – Draghi ha anche ribadito che la zona euro necessita di condizioni di finanziamento molto favorevoli perché l’inflazione possa ripartire, precisando che il board non ha discusso neppure in questa occasione di alcun processo di “normalizzazione” della politica monetaria, destinata dunque a rimanere estremamente accomodante. Dopo la parole di Draghi, l’euro è andato a testare quota 1,1210 contro dollaro per poi risalire a 1,1275 contro gli 1,1250 dollari della chiusura di ieri. Il Btp decennale guida vede il rendimento calare al 2,17% (dal 2,29% di ieri), con uno spread contro Bund pari all’1,906%, circa 7 centesimi di punto meno della vigilia.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credem supera l’esame della solidità patrimoniale

Credit Suisse: nuove regole Bce negative per le banche italiane

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Allianz GI: Bce, quale scenario per la riunione del 7?

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Mutui, che succederà quando la Bce interromperà il QE?

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Borse a ritmo ridotto, si attendono le parole di Mario Draghi

Banco Bpm frena, per Mediobanca sofferenze valgono il 5% del nominale

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Standard and Poor’s: la pazienza della Bce sta diventando leggendaria

Banca Carige, la Bce dà tempo fino al 23 giugno per fornire informazioni

Banco Popular, non passa la paura

Commerzbank propone prepensionamenti

Draghi (Bce) non cambia idea su misure straordinarie: restano necessarie

Grecia: accordo sulle nuove misure di austerity, ma Fmi resta critico

Draghi (Bce) più ottimista sulla ripresa, ma i tassi resteranno fermi a lungo

Draghi: non è ancora ora di cambiare la politica monetaria della Bce

Rumors: BpVi e Veneto Banca sarebbero solvibili per la Bce

Coeure: tassi a breve negativi, non dipende dalla Bce

Bce: all’ultima asta Tltro protagoniste ancora una volta le banche italiane

Bce: per Credit Suisse aumento tassi sui depositi può precedere conclusione QE

Draghi: QE ha creato 4 milioni di posti di lavoro, ma per Schaeuble va interrotto

La Bce non cambia registro, confermati tassi e quantitative easing

In attesa delle decisioni della Bce le borse frenano

Mps, la Bce ha girato alla Commissione Ue le informazioni necessarie per valutare piano

Inflazione al 2% in Eurolandia, non succedeva dal gennaio 2013

Inizio di settimana in rosso per borse e bond europei

Nouy (Bce): “Ancora troppi npl per le banche italiane”

Ti può anche interessare

Mirabaud AM: Bce, nessun tapering in vista nel 2017

MIGLIORA IL CLIMA – A gennaio, lo slancio economico dell’Eurozona si è rafforzato. In primo ...

Anche i PIR vanno in vacanza

MID E SMALL CAP A RISCHIO IN ESTATE – Secondo gli esperti di Equita Sim, “anche i Pir vanno ...

Nomura: investitori più positivi sul listino di Tokyo

CRESCE L’OTTIMISMO SUL LISTINO DI TOKYO – L’anno nuovo sembra portare una ventata di ottim ...