Mercati emergenti: qualcuno fermi lo yuan

A
A
A
di Redazione 3 Giugno 2021 | 14:33

In Cina, ad aprile la crescita dei profitti industriali era ancora molto forte, sostenuta in parte da effetti di base, ma anche da una produzione industriale robusta. Le industrie connesse al settore minerario e dei metalli hanno guidato questo trend, beneficiando dell’aumento dei prezzi delle materie prime. I profitti sono robusti anche per quanto riguarda la chimica, le telecomunicazioni e i macchinari, tutti settori che si avvantaggiano del forte ciclo globale del settore manifatturiero. A maggio, le attività del settore dei servizi hanno continuato a crescere, a cavallo della festa nazionale del lavoro, secondo i dati sul modesto rimbalzo del PMI dei servizi. Le prenotazioni per i viaggi e i soggiorni interni sono aumentate rispetto all’anno scorso, ma la spesa per le vacanze è rimasta inferiore ai livelli del 2019.

Nel frattempo, il dato sul PMI manifatturiero indica che la crescita dell’attività manifatturiera è rimasta ferma e la domanda estera rappresenta ancora un fattore di supporto, come mostra il nuovo miglioramento della crescita dei nuovi ordini sulle esportazioni.

Infine, la Banca Popolare Cinese ha aumentato il livello di riserve obbligatorie per i depositi in valuta estera, nel contesto di un significativo rialzo dello yuan sul dollaro.

Questa mossa punta a prevenire un ulteriore apprezzamento dello yuan attraverso la gestione delle attese, più che rappresentare un passo in direzione di una politica monetaria più restrittiva. Del resto, la Banca Popolare Cinese e il Consiglio di Stato hanno recentemente annunciato di avere come obiettivo la stabilità dello yuan”., avverte Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, bond: tutte le nuove emissioni all’insegna del green

Certificati, Facebook: recupero possibile dopo lo scivolone

Mercati: i nuovi bond corporate e governativi della settimana sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X