Fideuram Ispb, cambio al vertice

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 5 Febbraio 2018 | 08:30
Corcos nuovo capoazienda: Molesini diventa presidente. Anche Eurizon a Fioravanti. Indiscrezioni alla vigilia del cda e del piano Intesa Sanpaolo.

Alla vigilia del consiglio d’amministrazione di Intesa Sanpaolo che oggi esaminerà i conti del 2017 e il nuovo business plan, che sarà presentato domani ai mercati dall’a.d. Carlo Messina, si moltiplicano le indiscrezioni che riguardano il riassetto del polo del wealth management. Secondo “Il Messaggero” di ieri, infatti, l’aumento della redditività previsto nel piano – basato sulla riduzione degli npl e ulteriori tagli dei costi – tale da assicurare agli azionisti da quest’anno al 2021 un pay out del 70%, si motiva anche grazie ad una crescita delle commissioni nette.

Ciò significa un unico governo per le fabbriche e i prodotti: il collegamento tra Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking e Eurizon Sgr sarà garantito dall’innesto di Tommaso Corcos che lascerà la carica di a.d. di Eurizon Sgr diventando capoazienda di Fideuram Ispb. Paolo Molesini, attualmente dg e a.d. di Fideuram Ispb, che ha compiuto 60 anni, prenderà il posto di presidente sostituendo Matteo Colafrancesco mentre Nicola Fioravanti, numero uno di Intesa Vita, sommerà a questa la carica di a.d. di Eurizon Sgr. Sempre nel wealth management secondo Morval, acquisita in Svizzera, crescerà anche in Europa e il business della consulenza finanziaria aprirà anche in Cina.

Punti forte del piano saranno anche la riduzione degli npl e ulteriori tagli dei costi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, gli incentivi ai consulenti

Consulenti, Fideuram ISPB li coccola e li porta alle Maldive

Consulenti, così si lavora in Fideuram ISPB

NEWSLETTER
Iscriviti
X