Articoli con tag : macro

Borse Europa tutte in positivo

di Redazione

Continua la positività sulle borse europee che mantengono i guadagni dell’avvio, con rialzi intorno ai 6 punti percentuali, Dax escluso che per l’effetto Volkswagen (che perde il 42%) limita i suoi profitti ad una crescita inferiore al 2%. ...

continua

Agenda del 29 Ottobre

di Redazione

Attenzione all'America e ai dati relativi agli ordini di beni durevoli. Grande attesa oggi per iltassodi sconto statunitense. Secondo l'opinione prevalente tra gli operatori, la Fed potrebbe portare i Fed Funds dall'1,50% all'1,00%. ...

continua

Agenda del 28 Ottobre

di Redazione

Oggi, negli Stati Uniti sono previsti alle 15 il dato sull'Indice del prezzo delle abitazioni Case-Shiller, e alle 16 la fiducia dei consumatori e l'indice Richmond manifatturiero. ...

continua

Agenda del 27 Ottobre

di Redazione

Giornata importante per le indicazioni che arrivano dalla Germania. L'indice IFO misura la fiducia degli imprenditori tedeschi ed è atteso in flessione rispetto ai mesi precedenti. Alle 16.00 invece attesa per il dato statunitense sulle nuove abitazioni. ...

continua

Agenda del 24 Ottobre

di Redazione

Ora Paese dato mese preced atteso commento 8:30 UK PIL GRAN BRETAGNA terzo trimestre 0 -0,2 0,5% da 1,5% il valore annuo 11:00 Canada Indice prezzi al consumo m/m Settembre -0,20% -0,1 Core stabile allo 0,3% 16:00 USA Vendita case esistenti Settembre 4,91M 4,98M ...

continua

Agenda del 23 Ottobre

di Redazione

Oggi attenzione alle vendite al dettaglio nel Regno Unito. La settimana è caratterizzata da dati non particolarmente significativi, ma questo in particolare dà un'ulteriore indicazione sull'andamento dei consumi. ...

continua

Agenda del 22 Ottobre

di Redazione

Ora Paese dato mese preced atteso commento 8:30 UK Minute Bank of England         11:00 USA MBA mortgage applications Ottobre 5,10%     12:30 Canada Vendite al dettaglio m/m Agosto 0,10% 0,20% 20:00 Nuova Zelanda Decisione Tassi   7,50% 6,50% ...

continua

Agenda del 20 Ottobre

di Redazione

settimana povera di dati, a parte le decisioni sui tassi di riferimento e qualche indicatore monetario; il quadro generale fa pensare a tassi in calo, diminuzione dei consumi e degli indici dei prezzi (salvo peggioramento del quadro monetario e bancario).Se tutto si mantiene entro le attese dovrebbe ...

continua

Agenda del 17 Ottobre

di Redazione

E' attesa in miglioramento la bilancia commerciale UE, mentre per gli Stati Uniti la costruzione di nuove case è prevista in diminuzione. Che i dati macro e di scenario siano tutti attesi in peggioramento in questa fase economica è cosa normale, la considerazione che il mercato può farne è legat ...

continua

Agenda del 15 Ottobre

di Redazione

Molti i dati attesi oggi: in Europa in particolare i prezzi al consumo, attesi stabili o in leggero ribasso; mentre in USA attese in ribasso le vendite al dettaglio e l'importante indice manifatturiero "Empire" per lo stato di New York: una survey di 175 grandi manager che indica lo stato di salute ...

continua

A cosa servirà questa crisi?

di Redazione

La crisi dei mercati finanziari mondiali ha portato alcuni amici e soci Aiaf a fare alcune riflessioni. Ne riportiamo alcune, con la speranza di interessare un pubblico più vasto del solito, sull’onda di questi avvenimenti, perché il buon funzionamento dei mercati finanziari impatta non poco sug ...

continua

Agenda del 10 Ottobre

di Redazione

Attesi dati teoricamente positivi per gli Stati Uniti, relativi all'interscambio con l'estero, che migliora. Posto che i prezzi all'importazione migliorano in relazione soprattutto al calo dei prezzi delle commodity e dell'energia, sarà importante verificare se il miglioramento della bilancia comme ...

continua

Deflazione: il nome del prossimo spauracchio dei mercati finanziari

di Manuela Tagliani

Qualche mese fa si parlava insistentemente del rischio di “stagflazione”; cioè la combinazione di elevati tassi di inflazione e recessione (o bassa crescita economica). Adesso si parla invece con grande insistenza di recessione e depressione (i timori per l’inflazione sembrano ormai lontani a ...

continua

Deflazione: le tipologie di obbligazioni vincenti e perdenti in questo scenario.

di Manuela Tagliani

Dato il cambiamento di scenario al quale stiamo assistendo in questi giorni, ci sembra interessante valutare le varie tipologie di obbligazioni in una prospettiva di deflazione, in pratica l’esatto opposto delle previsioni di giugno. ...

continua

A spese del cliente

di Redazione

Si dice che in America il capitalismo è sfrenato, mentre da noi si concedono meno prestiti, si cartolarizza di meno e non c'è stata la bolla immobiliare. Per questo le nostre banche sono più solide. Ma se gli americani sono un popolo di consumatori indebitati, gli italiani sono un popolo di rispa ...

continua

Alla radice della tempesta perfetta

di Redazione

Dopo anni di deregulation e decenni di scarsi controlli, di sfiducia nei sistemi di prevenzione e di vigilanza sugli intermediari, la crisi del credito è scoppiata negli Stati Uniti e da lì si è estesa a tutto il mondo sviluppato. Le origini del problema sono dunque chiare. Il piano approvato dal ...

continua

Ma la liberalizzazione deve proseguire

di Redazione

Salvare le banche in difficoltà oggi non è abbastanza. Occorre continuare a favorire la concorrenza, anche facilitando l'ingresso di banche straniere che di solito apportano maggiore efficienza operativa. E si dovrebbe anche imporre l'offerta di alcuni contratti standard, per accrescere la compara ...

continua

Il coraggio di cambiare le regole

di Redazione

Le risposte comunitarie alla crisi finanziaria sono ancora deboli e incerte. Bisogna rivedere l'organizzazione della vigilanza nell'area dell'euro. Ad esempio, i soli paesi che convergono sull'esigenza di trovare criteri comuni potrebbero istituire propri collegi di controllo sui gruppi che operano ...

continua

Henderson Weekly Economic & Market Update

di Redazione

Henderson fa il punto della situazione sulla settimana appena trascorsa. Mercati finanziari, TARP, inflazione, euro debole, sono solo alcuni dei temi trattati nell'analisi settimanale del gruppo britannico. ...

continua

Agenda del 7 Ottobre

di Redazione

In un quadro di mercato già di per sè "drammatico" oggi sono attesi i dati sugli ordinativi industriali in Germania, per i quali gli analisti prevedono un sensibile peggioramento.Sarà probabilmente altra benzina sul fuoco. In un mercato al ribasso ogni scusa è un motivo per ulteriori ribassi, e ...

continua

Agenda del 3 Ottobre

di Redazione

Attesi in aumento i non farm payrolls, con la speranza che l'aumento sia contenuto entro la previsione. Anche l'ISM non manifatturiero è previsto in calo, seppur modesto. In questa fase di grande volatilità anche dati attesi possono innescare ulteriori crisi di fiducia e ribassi, come accaduto ier ...

continua

Agenda del 1° Ottobre

di Redazione

Tra i dati attesi oggi l'ISM è sicuramente il più atteso in quanto riproduce bene lo stato di salute le attese e la fiducia del sistema produttivo USA.In questa fase di grande incertezza finanziaria i dati tendono a essere meno importanti, ma quando le acque si saranno calmate torneranno a giocare ...

continua

Le banche centrali garantiscono, ma la prudenza è ancora d'obbligo

di Manuela Tagliani

La settimana più difficile del 2008 (per ora) si è chiusa con una esplosione della volatilità al rialzo che induce comunque alla cautela. Il petrolio è tornato verso i 100 dollari, e l'oro ha continuato a essere ben comprato, con un dollaro tornato a indebolirsi.Nel reddito fisso il mercato ha p ...

continua

Agenda del 19 Settembre

di Redazione

Oggi non è atteso alcun dato importante, se non i prezzi alla produzione in Gernamia, che dovrebbero riflettere il rallentamento dell'inflazione da costi di materie prime soprattutto.I mercati potranno quindi dedicarsi completamente alla crisi del credito... ...

continua

Agenda del 18 Settembre

di Redazione

Oggi sono attesi due dati rilevanti per lo stato di salute dell'economia USA: la richiesta di nuovi sussidi di disoccupazione, per il quale un dato basso indica un mercato del lavoro tonico, e l'indice di PhiladelPhia, che invece indica il livello dell'attività economica generale. Per entrambi non ...

continua

Dollaro, petrolio, Fannie, Lehman… per fortuna è venerdì

di Manuela Tagliani

Il salvataggio annunciato dei due colossi dei mutui, e la lenta agonia di Lehman Brothers non sono stati gli unici temi della settimana. Il dollaro ha continuato a rafforzarsi, il petrolio a indebolirsi. Nella prossima settimana forse avremo un consolidamento, con il dollaro in area 1,44 e il petrol ...

continua

Outlook di settembre

di Redazione

Pubblichiamo lo studio mensile di Henderson Global Investors. Secondo lo studio, se le pressioni inflazionistiche saranno moderate e la crescita economica debole, probabilmente l'anno prossimo i tassi di interesse saranno tagliati nell'Eurozona e nel Regno Unito. ...

continua

Fondi sovrani in trasparenza

di Redazione

Nell'ultimo anno i fondi sovrani sono stati una boccata d'ossigeno per molte società con difficoltà patrimoniali. Suscitano però anche molti sospetti, soprattutto per la loro scarsa trasparenza. Tanto che Ocse e Fmi preparano linee guida ad hoc. I governi occidentali temono in particolare che i v ...

continua

Male le azioni, bene i bond. Succede ancora, a volte…

di Manuela Tagliani

In una situazione nella quale i mercati azionari e le commodity perdono velocemente valore, il mercato obbligazionario recupera le sue caratteristiche anticicliche e di controbilanciamento dei mercati azionari.Il breve termine e il tasso variabile sembrano ancora da preferire. ...

continua

Banche centrali ferme al palo

di Redazione

Come da copione nessuna nuova dalle banche centrali, la Bank of england resta al 5% e la Bce al 4.25% ; non è però il dato in sé (largamente atteso) a tenere banco quanto le parole di Trichet nella usuale conferenza iniziata alle 14.30 che conferma l'attenzione al target inflattivo di medio lungo ...

continua
NEWSLETTER
Iscriviti