Arriva la prima soluzione Blockchain per il mercato assicurativo italiano corporate

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 10 Gennaio 2018 | 11:09
A costituirla sono state Generali Global Corporate & Commercial Italia, AIG e UnipolSai Assicurazioni, insieme ai broker Aon e Willis Towers Watson, con il supporto consulenziale di Capgemini Italia.

LA PIATTAFORMA – Generali Global Corporate & Commercial Italia, AIG e UnipolSai Assicurazioni, insieme ai broker Aon e Willis Towers Watson, con il supporto consulenziale di Capgemini Italia, hanno, per primi nel mercato assicurativo italiano, costruito una soluzione innovativa per eliminare inefficienze e migliorare il servizio ai clienti corporate. Per una corretta valutazione e successivo piazzamento dei grandi rischi delle aziende è necessario processare un’ingente mole di dati che vengono scambiati attraverso continui flussi di informazioni tra clienti, broker e compagnie.  Le inefficienze dei processi operativi e l’evoluzione del quadro normativo hanno spinto il gruppo di aziende a definire, partendo dal rischio property, alcuni standard di comunicazione dei dati e a valutare le tecnologie disponibili per automatizzare il più possibile i passaggi di condivisione e approvazione ad oggi spesso manuali. A partire da giugno 2017 il gruppo di compagnie e broker ha iniziato a collaborare e, con il supporto del centro di eccellenza Blockchain Distributed Ledger Technology di Capgemini Italia, dopo soli 2 mesi di sviluppo, ha rilasciato una piattaforma che consente la distribuzione, la condivisione e la sincronizzazione dei dati di rischio in maniera sicura, trasparente ed efficiente. Questa soluzione da un lato offre al cliente un servizio più semplice, veloce, trasparente e sicuro e agli operatori del settore, dall’altro consente di condividere le informazioni necessarie per la quotazione in tempo reale e di produrre documenti di polizza coerenti in modo verificabile e tracciato. Il tutto attraverso la definizione di un ecosistema privato basato sulla tecnologia Corda di R3 a cui qualsiasi compagnia e broker italiano può accedere, previa autorizzazione dei partecipanti stessi. La soluzione individuata consentirà di gestire e ottimizzare le tempistiche di negoziazione e quotazione, che potranno ridursi anche del 90%, e di migliorare la qualità delle informazioni trasmesse grazie al modello dati standardizzato, concordato e scambiato tramite Blockchain privata (Permissioned Ledger). Enrico Vanin, amministratore delegato di Aon Spa e Aon Hewitt Risk & Consulting, ha commentato: Siamo orgogliosi di far parte di questo progetto innovativo nel settore assicurativo che si è avvalso delle competenze tecnologiche di Capgemini, partner di altissimo livello. Il progetto ha visto il coinvolgimento di Aon soprattutto nella prima fase, relativa alla definizione del perimetro dello scambio di informazioni e dati necessari per una corretta quotazione della polizza. La tecnologia blockchain è un tema complesso e trasversale, che tocca diversi settori. Tra gli obiettivi della nostra partecipazione c’è la sperimentazione di un nuovo modello innovativo di scambio di dati, ma anche e soprattutto l’individuazione di eventuali rischi e criticità nell’applicazione concreta della nuova tecnologia. L’adozione di questa nuova soluzione permetterà a broker e compagnie assicurative di condividere le informazioni in modo rapido, efficiente e sicuro, riducendo i tempi di negoziazione e fornendo al cliente il miglior servizio”.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Allfunds, la distribuzione dei fondi incontra la blockchain

21Shares lancia il primo Etp al mondo sulla blockchain Polkadot

Investire sul bitcoin… da un’altra prospettiva

NEWSLETTER
Iscriviti
X