Fintech: Stripe raccoglie altri 150 milioni di dollari

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Novembre 2016 | 17:19

LA VALUTAZIONE SALE A 9,2 MILIARDI – La piattaforma di pagamenti digitali Stripe ha raccolto altri 150 milioni di dollari in un nuovo round di finanziamento che ha alzato la valutazione della startup fondata nel 2011 dai fratelli irlandesi Patrick e Jon Collison a 9,2 miliardi di dollari, secondo quanto segnala il Wall Street Journal. In questo modo Stripe ha quasi raddoppiato la sua valutazione rispetto a quella ottenuta nel round precedente, del luglio 2015, pari a 5 miliardi.

UNA STARTUP CHE PIACE A VENTURE E BUSINESS ANGEL – Quest’ultimo round di finanziamento è stato guidato da CapitalG e General Catalyst, ma ha anche visto la partecipazione di alcuni degli investitori precedenti come Sequoia Capital. Peter Thiel, imprenditore tedesco naturalizzato già cofondatore di PayPal e investitore in Facebook, ed Elon Musk, fondatore di Tesla, avevano già aderito a precedenti round di finanziamento di Stripe, che tra i suoi clienti può già vantare nomi celebri come Deliveroo e Kickstarter, ma anche Sap, Adidas, Slack, Medium e il Daily Mail.

STRIPE VUOLE CRESCERE ED ESPANDERE LA PIATTAFORMA – Secondo fonti vicine alla società, Stripe intende usare il denaro raccolto per sviluppare altri prodotti, acquisire o investire in alter compagnie ed espandersi in nuovi mercati, ma anche estendere la piattaforma ad attività come la prevenzione frodi e la “company incorporation” (costituzione/integrazione di società).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Tips, la piattaforma europea per i pagamenti elettronici potrebbe favorire la nascita dell’euro digitale

Pagamenti elettronici, un settore difensivo in forte crescita

Pagamenti digitali, le banche rischiano di perdere il 20% dei ricavi

NEWSLETTER
Iscriviti
X