Oltre 13 miliardi disinvestiti in quote di fondi comuni

A
A
A
di Marcella Persola 7 Maggio 2009 | 08:16
Nell’ultimo trimestre del 2008 il risparmio delle famiglie italiane ha abbandonato i fondi comuni per dirigersi verso obbligazioni e depositi. A rivelarlo è la Banca d’Italia.

Dove si dirigono i risparmio delle famiglie italiane? Dai conti finanziari della Banca d’Italia, relativi al terzo trimestre del 2008, è mostrato che le famiglie italiane hanno mobilitato il proprio portafoglio spostando oltre 10 miliardi di euro.

Nel dettaglio secondo quanto rivelato dall’istituto presieduto da Mario Draghi le famiglie hanno disinvestito oltre 13 miliardi di euro da quote di fondi comuni e hanno ridotto notevolmente le proprie giacenze monetarie e i loro depositi a vista di quasi 8 miliardi. In particolare, i deflussi sul segmento vita, inteso come riserve, fondi pensione e versamenti di TFR sono stati pari a 4 miliardi di euro.

Ma se le famiglie hanno mobilitato il loro portafoglio, ove hanno indirizzato le loro scelte di investimento? Dal report emerge che le preferenze sono andate verso i depositi (+13,6 miliardi), le obbligazioni (+10 miliardi) e le azioni (+8 miliardi).

Inoltre se guardiamo alle consistenze emerge che a fine settembre il 21,2% delle consistenze era investito in azioni (ossia 722,495 milioni); il 22,6% in obbligazioni e soltanto il 5,5% in fondi comuni. Mentre i depositi tra depositi a vista, biglietti e altri depositi raggiungevano una percentuale del 30%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

PopBari, arriva la sberla da Bankitalia

Generali, la Consob apre le verifiche

Banca d’Italia, nel 2020 aumentano gli esposti per truffe online

NEWSLETTER
Iscriviti
X