Asset allocation: contesto ancora favorevole per i Btp

Gli euro spread hanno avuto un forte inizio nel 2024 e sono quasi tornati ai livelli dell’era post-crisi finanziaria globale. Ciò è dovuto a un contesto generalmente più positivo per gli spread creditizi, ma anche al fatto che i paesi periferici hanno registrato performance superiori rispetto ai paesi core in termini di crescita. La forza delle esportazioni, come turismo e beni, e i programmi fiscali in corso hanno permesso all’Italia di sganciarsi dalla Germania e potenzialmente di migliorare le prospettive per il futuro.

Moody’s ha recentemente migliorato l’outlook delle banche italiane, mentre ha abbassato quello dei titoli finanziari di altri Paesi dell’Eurozona.

Per quanto riguarda le previsioni a breve termine degli spread dei BTP, sebbene si siano notevolmente ristretti in poco tempo, il contesto sembra ancora favorevole.

Le prospettive politiche sono stabili e la crescita dovrebbe continuare a superare quella core. Anche il momentum dei rating è positivo.

Prevediamo che la BCE inizierà ad allentare la politica a giugno, il che dovrebbe essere di supporto anche a livello di margini.

L’Italia è ancora rallentata dal freno strutturale di un profilo demografico povero e da un debito pubblico elevato, ma questi problemi a lungo termine per il momento sono compensati.

A cura di Orla Garvey, Senior Portfolio Manager for Fixed Income di Federated Hermes

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!