Fisco, in arrivo un accordo tra autorità svizzere e greche contro l’evasione

A
A
A

Le autorità dei due Paesi hanno avviato dei colloqui in vista di un’intesa che potrebbe arrivare entro l’anno e che ricalcherà quelle già siglate dalla Svizzera con Gran Bretagna e Germania

di Redazione31 ottobre 2011 | 10:39

Potrebbe essere firmato entro la fine di quest’anno l’accordo fiscale tra Svizzera e Grecia volto a individuare e tassare circa 200 miliardi di euro che si ritiene grossi evasori fiscali ellenici abbiano occultato in conti bancari elvetici. Le autorità dei due Paesi, ha fatto sapere il ministro delle Finanze greco Evangelos Venizelos, hanno già avviato dei colloqui proprio in vista di un’intesa che ricalcherà quelle già siglate dalla Svizzera con Gran Bretagna e Germania.

In base alla bozza dell’accordo bilaterale già concordata,  i cittadini greci titolari di conti in banche svizzere avranno due possibilità: o dichiarare alle autorità elleniche quanto hanno nei loro conti, oppure pagare le tasse alla percentuale che sarebbe applicata se lo stesso ammontare fosse dichiarato come reddito in Grecia. Un accordo che, secondo Venizelos, potrebbe aiutare la Grecia a a stroncare il grave problema dell’evasione fiscale sui grandi capitali, incrementando così le entrate delle casse statali.

“Il Paese sarà in grado di raccogliere un notevole ammontare di tasse evase in parecchi anni”, ha auspicato il ministro. “È inoltre molto significativo il fatto che i negoziati con la Svizzera siano entrati nella fase finale”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Conte e la promessa della pace fiscale

Rivivi il webinar “Tassazione e portafoglio: l’efficienza fiscale con i certificati di investimento”

E’ l’ora della voluntary disclosure 3

Anasf, un assist tributario per i soci

Lo spauracchio di una patrimoniale a sorpresa

Gestione della liquidità, quanto pesa il fisco

Consulenza fiscale, la nuova era digitale

Consulenza fiscale, analisi delle entrate a gennaio

Professionisti e fisco: la partita Iva è un salasso

Esma, gli echi della nuova fiscalità Usa preoccupano l’Europa

Dossier fiscale Bitcoin – La questione del riciclaggio

Dossier fiscale Bitcoin – I riferimenti del regime fiscale

Dossier fiscale Bitcoin – Introduzione

Consulenza fiscale: partecipazioni qualificate e non, il dilemma dei dividendi esteri

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Fatture, termine prorogato al 28 settembre

Voluntary, più tempo per mettersi in regola

Manipolazione indici: multe per le grandi banche d’investimento

Istat: nel primo trimestre dell’anno la pressione fiscale è aumentata

Fisco e calcio, un rapporto complicato

Anti-evasione: arriva la stretta

Ocse lima previsioni crescita italiana nel 2017, stangata di fine anno più probabile?

Trump presenta la sua riforma fiscale, sparisce la tassa sulle importazioni

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Istat: nel 2015 Pil a +0,7%, pressione fiscale resta ferma al 43,4%

Osborne: tagliare le tasse alle imprese per limitare la fuga post-Brexit

Fisco: continua a gennaio la crescita delle entrate erariali

Julius Baer trova l’accordo di massima col fisco Usa

Credit Agricole paga 99,2 milioni di dollari al fisco Usa

La corsa delle entrate fiscali italiane prosegue a ottobre

Via l’Imu sulla prima casa? Ne beneficierà chi vive in un castello

L’immobiliare ha dato una mano all’economia italiana

Ti può anche interessare

Consulenti, la tv di Instagram è un’occasione

I financial advisor hanno uno strumento in più a disposizione per fare marketing sulla rete ...

Consulenti, come vivere di rendita: atto II

E’ un sogno ad occhi aperti, realizzato da pochi, ma raggiungibile. Sviluppiamo il "progetto casa" ...

Papa e consulenti, la stoccata di Aduc all’Anasf

Continua il dibattito sulle prese di posizioni del pontefice in materia di finanza e advisory sugli ...