La vecchia banca perde valore

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 4 Febbraio 2020 | 09:49

In un contesto di condizioni economiche incerte, caratterizzato da sfide geopolitiche, movimenti dei tassi di interesse e Brexit, il valore del marchio tra le 500 maggiori banche del mondo è diminuito per la prima volta dalla crisi finanziaria, secondo l’ultimo rapporto Brand Finance Banking 500 2020.

Il valore totale del marchio nella classifica annuale 500 di Brand Finance Banking ha visto la sua prima contrazione annuale dal 2009 – da 1,36 trilioni di dollari nel 2019 a 1,33 trilioni di dollari quest’anno.

Tuttavia, mentre i valori dei marchi delle banche dei mercati consolidati, come Stati Uniti, Europa, Cina e Giappone, sono più bassi o rimangono stagnanti, molti marchi bancari nei mercati emergenti, in particolare il Sud-est asiatico, il Medio Oriente e l’Africa e l’America Latina, stanno dimostrando prestazioni robuste.

Ancora una volta, la top 10 è dominata da banche cinesi e statunitensi, entrambe rappresentate da cinque banche ciascuna. L’Europa ha solo quattro rappresentanti tra i primi 20.

Complessivamente, la Cina e gli Stati Uniti rappresentano la quota più alta del valore globale del marchio nel settore, rispettivamente 412 miliardi di dollari e 281 miliardi di dollari.

David Haigh, CEO di Brand Finance, ha commentato: “L’andamento del marchio nei mercati bancari consolidati è un riflesso della fragile economia globale e del panorama politico, nonché delle aspettative di una recessione. Ma rappresenta anche la sfida continua delle banche nell’adattarsi ai maggiori cambiamenti normativi e tecnologici all’interno del settore “.

Le banche statunitensi hanno una maggiore presenza nei primi 10 a causa della buona crescita di JPMorgan (+ 15% a 22,8 miliardi di dollari), il secondo aumento più elevato in termini di importo in contanti (3 miliardi di dollari) in tutta la classifica. JPMorgan ha anche superato il valore del marchio nell’investment banking e nella gestione patrimoniale, a seguito dell’espansione in 16 mercati e di importanti investimenti in tecnologia, intelligenza artificiale e attività in titoli in Cina.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banchieri in Europa, una poltrona che scotta

Pagamenti digitali, le banche rischiano di perdere il 20% dei ricavi

Banche europee in fuga dagli Stati Uniti

NEWSLETTER
Iscriviti
X