Short irregolare su Saipem, stangata per Orca Capital

A
A
A

Sotto la lente dell’autorità sono finite le vendite allo scoperto e le posizioni nette corte su azioni ordinarie Saipem.

di Redazione5 ottobre 2017 | 10:04

Questa volta è stata l’Orca a soccombere. La ragione? Una serie di operazioni sul titolo Saipem effettuate in violazione di quattro articoli del Regolamento Short Selling. Con delibera 20064 del 12 luglio 2017, Consob ha applicato alla società Orca Capital GmbH, con sede in Gemania, la “sanzione amministrativa pecuniaria per complessivi euro 550.000“, pari alla sanzione di 450.000 euro per violazione dell’articolo 12 del Regolamento Short Selling, aumentata per effetto del cumulo giuridico di 100.000 euro per violazione degli articoli 5, 6 e 9 sempre del Regolamento Short Selling. Oltre a ciò, Consob ha disposto, “ai sensi dell’articolo 193-ter, comma 4, del Tuf, la confisca dei beni di pertinenza di Orca Capital GmbH per un valore di euro 674.462, pari al profitto dell’illecito di cui all’articolo 12 del Regolamento Short Selling“.

In pratica, sotto la lente dell’autorità sono finite le vendite allo scoperto e le posizioni nette corte, come definite dal Regolamento Short Selling, su azioni ordinarie Saipem fra il 25 gennaio 2016 e l’11 febbraio 2016, periodo in cui si è svolto l’aumento di capitale con emissione del diritto d’opzione promosso da Saipem. Sulla base delle risultanze istruttorie, l’autorità ha ritenuto “conclusivamente accertate le violazioni, da parte di Orca Capital GmbH, dell’articolo 12 del Regolamento Short Selling in relazione alle vendite allo scoperto c.d. ‘nude’ effettuate nelle giornate di negoziazione del 5 e 9 febbraio 2016, nonché degli articoli 5, 6 e 9 del Regolamento Short Selling per non aver comunicato alla Consob e non aver reso nota al pubblico la posizione netta corta detenuta su azioni Saipem e le successive variazioni della stessa”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, l’asset manager italiano compra a Dublino

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Violazioni assortite, radiato ex Mediolanum

Gestione di portafogli abusiva, arriva la doppia sanzione

Siti sospetti, ecco le segnalazioni Consob

Consob: ecco i doveri dei giornalisti finanziari

Arriva la delibera Consob, Vigilanza all’Ocf dal 2 luglio

Stop di due mesi per un ex Fineco

Gli investimenti sono (non solo) un gioco

La Consob sanziona una società abusiva

Operazioni sospette, sospeso un ex Credem

Sospetti di appropriazione indebita, sospeso un ex cf di Banca Mediolanum

Sorgente Sgr, ricorso in appello contro le multe Consob

Raffica di multe, Sorgente Sgr ricorre

Co.Mo.I. Sim cancellata dall’albo

Società abusive, gli altolà della Consob

La Consob colpisce a Perugia: radiato ex Fineco

Via libera Consob: nasce il Comitato degli operatori di mercato e degli investitori

Stop di 60 giorni per un cf ex Credem

Consob e la macchina delle sanzioni

Le nuove regole dei servizi d’investimento, facciamo il punto

False rendicontazioni, stop per 4 mesi a un ex Widiba

La scure della Consob su un ex Sanpaolo Invest

Consob day: rivivi il discorso di Mario Nava

Un nuovo segretario generale per Consob

Consob, meno sanzioni per i cf

Nava (Consob): “Più azioni e meno titoli di debito nei portafogli”

CariCesena, respinti i ricorsi degli ex vertici

Popolare di Vicenza, respinte le opposizioni

Trading online, triplice stop della Consob

Firme false e altri addebiti, sospeso ex Fideuram Ispb

Consob e Bankitalia, attenzione al phishing

Treviso, stop per quattro mesi a un cf Fideuram Ispb

Ti può anche interessare

Vegagest, pasticcio per i clienti di Poste

Sospensione del rendiconto finale di liquidazione e dell’operazione di rimborso per il Fondo Europ ...

Road to the future oggi a Bologna per la tappa conclusiva

Il roadshow di Bluerating in partnership con Capital Group, Credit Suisse Asset Management e iShares ...

Forbes Italia, il primo numero in edicola il 24 ottobre

Al via anche il sito Forbesitalia.com e le iniziative Forbes Live ...