Italia, meno prestiti alle imprese e bot più cari

A
A
A
Avatar di Redazione10 maggio 2019 | 11:57

Continuano le notizie poco incoraggianti per il settore produttivo italiano.  I prestiti delle banche italiane alle imprese registrano un nuovo calo a marzo. Lo segnala la Banca d’Italia nel bollettino statistico ‘Banche e moneta’. I prestiti alle imprese non finanziarie calano dello 0,7% dopo la contrazione dello 0,2% registrata a febbraio.

Intanto nella giornata odierna è aumentato il costo del debito per il Bel Paese. Il Tesoro ha infatti venduto tutti i 6,5 miliardi di euro di BOT a 12 mesi in asta, con il tasso medio è in deciso rialzo a 0,122% contro lo 0,07% dell’asta dello scorso 10 aprile.

La domanda ha sfiorato 10,4 miliardi di euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bankitalia: investitori esteri a caccia di Bot

Bot e Btp, la grande fuga

I bot vanno a segno, spread ancora giù

Ti può anche interessare

Generali, partnership sulle unit linked con Dws

Accordo dopo un processo di selezione condotto dalla business unit Asset, Wealth and Investment Man ...

Manovra, tutti smentiscono la patrimoniale

L'Esecutivo non vuole sentir parlare di nuove tasse. Ma se la crescita non riparte potrebbe dover me ...

Pictet AM: “Aspettative deluse se troppo ottimisti sulla crescita”

L'esuberanza dei mercati azionari globali implica un certo ottimismo sulla crescita economica e sugl ...