Articoli con tag : referendum

Il mercato non crede a un secondo referendum sulla Brexit

di Finanza Operativa

“In attesa che la corte Ue si pronunci sull’eventuale revoca della Brexit o che si tenga un secondo referendum sul tema, il mercato dei capitali non sembra prendere davvero in considerazione uno stop all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea”. È l’analisi di Guido Barthels, por ...

continua

Crisi in Catalogna, Axa IM si interroga sulle implicazioni per chi investe

di Maria Paulucci

Axa IM prende in esame i possibili scenari post referendum e, quindi, quali potrebbero essere le implicazioni per gli investitori. ...

continua

Catalexit, i possibili impatti sui mercati e sull’euro

di Finanza Operativa

A cura dell’Ufficio Studi di Marzotto Sim La vicenda Catalexit ha raggiunto il suo culmine durante lo scorso weekend quando si è tenuto – o non si è tenuto, questa sarebbe la versione ufficiale del governo spagnolo – il referndum sull’indipendenza della Catalogna. In realtà pu ...

continua

Arriva il referendum su voucher e appalti. Ecco in pratica cosa vuol dire votare sì o no

di Redazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri il decreto per l’indizione dei referendum popolari relativi alla “abrogazione di disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti” e alla “abrogazione di disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)”. Le consultazioni ...

continua

Scozia, al via processo legale per nuovo referendum

di Luca Spoldi

SCOZIA PREPARA NUOVO REFERENDUM – Il premier scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato l’avvio del processo legale per preparare un secondo referendum indipendentista, ma per il momento la notizia non scuote più di tanto la sterlina che finora sembra aver rimosso il rischio di una separazione ...

continua

La Scozia tornerà al voto per staccarsi dal Regno Unito e restare nella Ue

di Luca Spoldi

SCOZIA PREPARA NUOVO REFERENDUM – Il premier scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato l’avvio del processo legale per preparare un secondo referendum indipendentista, ma per il momento la notizia non scuote più di tanto la sterlina che finora sembra aver rimosso il rischio di una separazione ...

continua

La scelta di Sofia/ Sarà un 2017 due facce. La prima…

di Redazione

“Si chiude un anno molto particolare, ricco di insidie di natura prevalentemente esogena rispetto alle problematiche tipiche del mondo degli investimenti azionari”, spiega Paolo Marongiu di Sofia Sgr. “Se la crisi cinese rientra tra i rischi “tipici” degli investimenti Equity, lo stesso no ...

continua

L’asset allocation dopo il “No”

di Finanza Operativa

A cura di Degroof Petercam Gli oppositori della riforma costituzionale hanno preso il sopravvento e il primo ministro Renzi ha rassegnato le dimissioni. Resta da vedere se il prossimo passo sarà la definizione di un governo tecnico o se si andrà immediatamente alle urne . Il Presidente della Repub ...

continua

Scenari politici e implicazioni economiche del referendum in Italia

di Finanza Operativa

A cura di Stephanie Kelly, economista politico di Standard Life Investments  Il referendum sulla riforma costituzionale che si è tenuto ieri ha visto la vittoria del “NO” con il 60% dei voti. L’affluenza è stata alta con una percentuale del 70%. Considerato che i mercati avevano già sconta ...

continua

Amundi: posizionamento dopo il referendum

di Finanza Operativa

a cura Amundi AM Dopo l’inaspettato voto sulla Brexit e l’imprevista vittoria di Trump, il referendum italiano ha rappresentato un altro grande rischio monitorato attentamente dai mercati finanziari. Tuttavia, ci sono due importanti aspetti che rendono diversa questa votazione – uno positi ...

continua

Perché i mercati non sono crollati nel dopo referendum. E cosa potrebbe accadere ora

di Marco Barlassina

Ieri sera il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha congelato le dimissioni del premier Matteo Renzi fino all’approvazione della legge di Bilancio. Il percorso verso il via libera alla legge dovrebbe concludersi nel giro di pochi giorni, ma a tenere banco sono le domande su quale s ...

continua

Credit Suisse: il mercato non sconta appieno il nuovo scenario

di Luca Spoldi

RISULTATO NON ANCORA SCONTATO DAL MERCATO – La vittoria del “no” era nell’aria, ma che il margine potesse essere così ampio non è ancora “prezzato” dai mercati secondo Credit Suisse che in una nota sottolinea come nel caso non si riuscisse a trovare una maggioranza per proseguire i ...

continua

Standard & Poor’s: dal referendum nessuna modifica al rating dell’Italia

di Luca Spoldi

S&P’S RASSICURA: RATING ITALIANO STABILE – Nella pioggia di commenti all’esito del referendum italiano, negativo per la riforma e destinato ad avere ripercussioni politiche (Matteo Renzi si è dimesso, nella giornata si capirà se c’è la possibilità che il governo di fatto sopravviva ...

continua

S&P: il referendum non cambia nulla sul rating dell’Italia

di Finanza Operativa

Secondo S&P Global Ratings la vittoria del no al referendum costituzionale italiano no influisce sulla valutazione del merito di credito del Paese, che resta stabile a BBB-/Stable/A-3. Nonostante, sostiene la società di rating, l’approvazione della riforma avrebbe avuto conseguenze positi ...

continua

Rating sovrano italiano confermato da S&P’s, per ora

di Luca Spoldi

S&P’S RASSICURA: RATING ITALIANO STABILE – Nella pioggia di commenti all’esito del referendum italiano, negativo per la riforma e destinato ad avere ripercussioni politiche (Matteo Renzi si è dimesso, nella giornata si capirà se c’è la possibilità che il governo di fatto sopravvi ...

continua

Standard & Poor’s conferma rating sovrano italiano

di Luca Spoldi

S&P’S RASSICURA: RATING ITALIANO STABILE – Nella pioggia di commenti all’esito del referendum italiano, negativo per la riforma e destinato ad avere ripercussioni politiche (Matteo Renzi si è dimesso, nella giornata si capirà se c’è la possibilità che il governo di fatto sopravvi ...

continua

Vince il no, che ne pensano i mercati?

di Finanza Operativa

a cura di Luca Tobagi, CFA ed Investment  Director Invesco Italia Gli ultimi due mesi del 2016 sono stati caratterizzati da un aumento dei rendimenti di mercato sui titoli governativi. In molti Paesi d’Europa, a cominciare dalla Germania, i tassi sono saliti notevolmente nel mese di ottobre. Il t ...

continua

Mps soffre ma non crolla nel dopo referendum

di Luca Spoldi

MPS IN FORTE AFFANNO – Come ampiamente previsto la bocciatura della riforma costituzionale fa cadere il governo Renzi e mette in allarme le banche, a partire da Mps che stamane cala del 4,6% dopo un quarto d’ora di scambi a 18,60 euro per azione, dopo essere stata sospesa in apertura (come p ...

continua

Panico a Piazza Affari? Nient’affatto!

di Finanza Operativa

Panico a Piazza Affari dopo l’esito delle urne e le dimissioni di Renzi? Nient’affatto: dopo un’apertura in ribasso del 2,2% il Fib, il future sull’indice Ftse Mib, che dopo un’apertura in ribasso del 2,2% con un minimo a 16.650 punti è risalito in zona 16.900 riducendo le ...

continua

Mps apre in rosso, ma per ora non crolla

di Luca Spoldi

MPS IN FORTE AFFANNO – Come ampiamente previsto la bocciatura della riforma costituzionale fa cadere il governo Renzi e mette in allarme le banche, a partire da Mps che stamane cala del 4,6% dopo un quarto d’ora di scambi a 18,60 euro per azione, dopo essere stata sospesa in apertura (come p ...

continua

Referendum, l’euro scivola, ma subito rimbalza

di Redazione

L’euro scivola a quota 1,05 sul dollaro all’annuncio delle dimissioni di Matteo Renzi, alle 00:25 l’annuncio da Palazzo Chigi, a seguito della sconfitta nel refedendum costituzionale. Nei minuti successivi la moneta unica europea ha rimbalzato in modo evidente. La vittoria del “No” al ...

continua

Referendum, vince il no. Il sì battuto di 20 punti. Renzi si dimette. E i mercati….

di Redazione

Il popolo italiano ha dato il suo responso sulla riforma Renzi-Boschi. Il 60% degli elettori ha detto di no, contro il 40% dei sì. Alta l’affluenza alle urne con quasi il 70%. Gli italiani non hanno creduto alla riforma costituzionale ma soprattutto hanno bocciato il governo Renzi che ha annu ...

continua

Banche appese all’esito del referendum, ma servono comunque 20 miliardi

di Finanza Operativa

A cura di Peter Rosenstreich, Head of Market Strategy e Yann Quelenn, analista di Swissquote Gli elettori italiani andranno a votare domenica in un momento di grande incertezza politica in Europa. La vittoria del Si verrebbe letta come un mandato pieno al Premier Renzi per continuare a promuovere le ...

continua

Cinque bond per salvarsi dalla vittoria del “No” al referendum

di Finanza Operativa

A cura di Marzotto Sim Per quanto pensiamo che un eventuale risultato negativo al referendum del 4 dicembre possa scatenare un forte ribasso dei Titoli di Stato italiani e dei periferici europei in genere, è bene preparare il portafoglio ad ogni eventualità. Una di queste è che, in caso di No al ...

continua

Lyxor: “Referendum italiano, attendere e posizionarsi controcorrente”

di Finanza Operativa

A cura di Lyxor Cross Asset Research Il Referendum italiano, che avrebbe dovuto assicurare maggiore stabilità ai prossimi governi, si è trasformato in un voto di fiducia a Renzi. I mercati e i sondaggi prevedono che vincerà il “No” senza però portare ad elezioni anticipate. I sondagg ...

continua

Referendum e rischio Italia

di Finanza Operativa

a cura di Salman Ahmed, Chief Investment Strategist di Lombard Odier Investment Managers. I mercati hanno giustamente concentrato la loro attenzione sul prossimo referendum italiano sulle riforme costituzionali, dove il “no” sembra essere in vantaggio, secondo gli ultimi sondaggi. Il re ...

continua

Il santo del giorno del referendum è un segno del Signore

di Marco Barlassina

Secondo il calendario mariano, domenica 4 dicembre, giorno in cui si vota per il referendum costituzionale, è consacrato ai santi Giovanni Damasceno, Barbara e Sòla. Sì, sì, avete capito bene, ricorre proprio San Sòla come si dice in romanesco (ma ormai il termine è entrato anche nel vocabo ...

continua

Referendum: un “no” non sarebbe necessariamente un male per i mercati

di Finanza Operativa

a cura di Eliezer Ben Zimra, Fund manager Edmond de Rothschild L’incombente referendum in programma in Italia sulla riforma costituzionale è chiaramente un “sì” o un “no” su Matteo Renzi stesso. Ciò è stato ampiamente preso in considerazione dai mercati finanziari e, in particolare, da ...

continua

Credit Suisse: che succede se vince il “no” al referendum

di Luca Spoldi

CREDIT SUISSE FA IPOTESI SUL POST-REFERENDUM – Con gli ultimi sondaggi che confermano un certo margine di vantaggio per il “no” in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre in Italia, quali rischi corrono i mercati? Secondo Credit Suisse se la vittoria del “sì” garantirebbe i ...

continua

Credit Suisse: ampia vittoria del “no” potrebbe portare al bail-in di alcune banche

di Luca Spoldi

Il Credit Suisse esamina gli scenari possibili a seconda dell’esito del referendum italiano. Nell’ipotesi peggiore per alcune banche potrebbero aprirsi procedure di "bail-in","

NEWSLETTER
Iscriviti
X